Ulti Clocks content

Login



Cerimonia il 4 giugno nella Sala Protomoteca del Campidoglio Stampa E-mail
Martedì 22 Maggio 2018 18:57

Premio Simpatia 2018 assegnato ad ambasciatore Usa Lewis Eisenberg

 E’ un filo rosso di storia e indipendenza quello che lega gli Stati Uniti all’Italia. Per rinnovare l’antica amicizia, in occasione della Liberazione della Città Eterna ad opera della compagine americana, avvenuta proprio nel corso di quel glorioso 4 giugno del 1944, la giuria della 48esima edizione del Premio Simpatia ha deciso di assegnare la prestigiosa rosa dello scultore Assen Peikov, simbolo del Premio, all’ambasciatore Usa in Italia Lewis Eisenberg. Ma il prossimo 4 giugno, alle 18, nella Sala della Protomoteca del Campidoglio, il particolare riconoscimento ha in serbo tante altre sorprese e omaggi.

Tra le caratteristiche del popolare Premio c’è il “Simpatico d’Italia” che quest’anno andrà al giovane Andrea Saccone, 19 anni, vincitore della trasmissione L’Eredità e guinness dei primati per 14 giorni di consecutiva presenza. Uno degli ultimi, inoltre, ad aver abbracciato Fabrizio Frizzi. Insomma un ottimo esempio dei tanti talenti del Belpaese che rappresentano il cardine, spesso dimenticato, del vivere quotidiano e che sono, come sempre, i protagonisti dell’originale kermesse.

Il Premio Simpatia, ideato dal celebre studioso della romanità Domenico Pertica, è diventato oramai uno dei simboli della Città Eterna e per questo definito “l’Oscar Capitolino”. Ricca e articolata la rosa dei premiati che affolleranno le diverse categorie selezionate da illustri e noti giurati come Renzo Arbore, Giorgio Assumma, Pippo Baudo, Verdiana Bixio, Athos De Luca, Christian De Sica, Marisela Federici, Renzo Gattegna, Carlo Gianni, Nicola Maccanico, Simona Marchini, Alessandro Nicosia, Bruno Piattelli, Gigi Proietti, Carlo Verdone.

L’evento, presentato da Paola Saluzzi e Pino Strabioli, premierà in primis le Forze dell’Ordine: l’Arma dei Carabinieri con Giuseppe Gambacurta, la Polizia di Stato con Maurizia Quattrone, la Sala Operativa del Comando dei Vigili del Fuoco di Roma e la Polizia Locale di Roma Capitale con Daniela Rossi e Fabrizio Franzone. Per letteratura e giornalismo il filosofo Umberto Galimberti, Franca Leosini, per le sue avvincenti interviste in “Storie maledette”, Carlo Marroni Sole 24 Ore e Stefania Pinna SKY TG24. Per medicina, ricerca e università il professor Franco Locatelli, del Bambino Gesù di Roma per l’innovativa terapia cellulare e genica, il professor Ezio Adriani, ortopedico, il sociologo Domenico De Masi. Per l’arte Dicò, l’artista pop romano, Francesca Fabbri Fellini, curatrice del patrimonio dello zio Federico, Alfonsina Russo, Direttore del parco archeologico del Colosseo e la storica dell’arte Maria Teresa Benedetti. Per la musica premiata la cantautrice Paola Turci. Per lo spettacolo, premi a Nicoletta Braschi, Michela Andreozzi, Lunetta Savino, Michele La Ginestra, Fabrizio Giannini. Per le storie, la chef stellata Cristina Bowerman, il giovane eroe Valerio Catoia. Per la solidarietà Don Pietro Sigurani, Rettore della Basilica di Sant’Eustachio, Sara Manfuso, presidente #IOCOSI’, Francesca Medolago, vice presidente Medicinema Italia Onlus e l’associazione Volontari del Capitano Ultimo. Per il management, Maurizio Sandri, Progetto Acea Scuola – acqua, ambiente ed energia. Per le tradizioni, premio a Franco Palermo, maestro panettiere e poeta urbano e a Nonna Nerina di Palombara Sabina che insegna l’antica arte della pasta.

La manifestazione, che sarà aperta dalla fanfara degli Sbandieratori del “Leone Rampante” di Cori, ha il patrocinio di Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale e del Consiglio Regionale.

Lucilla Quaglia, mobile 338.7679338
Ufficio Stampa Premio Simpatia 2018, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Le verifiche di Jason Horowitz sul curriculum del professore indicato da Lega e M5s come futuro premier. Anzaldi (Pd): "Se confermato, caso gravissimo di taroccamento". Stampa E-mail
Martedì 22 Maggio 2018 09:22

Conte specializzato alla NYU, il Nyt: "All'Università non risulta". E spuntano accuse su sostegno al metodo Stamina

E i social ricordano il suo impegno professionale per l'applicazione del protocollo medico di Davide Vannoni, contestato dalla scienza e poi dichiarato illegale dalla magistratura

 Le prime grane per Giuseppe Conte, premier indicato da Luigi Di Maio per il governo M5s-Lega, arrivano dalla verifica del suo curriculum e del suo passato, sui quali si sono scatenati media e social. "Professore in diritto civile, che tra l'altro ha perfezionato gli studi anche alla New York University". Questo si legge nel curriculum di dodici pagine di Conte, pubblicato sul sito della Camera dei Deputati. Ma il corrispondente dall'Italia del New York Times, Jason Horowitz, ha iniziato a fare le sue verifiche per accertarsi che tutte le informazioni relative al futuro primo ministro italiano siano vere. E a quanto pare c'è già un dubbio non da poco.

"Giuseppe Conte, potenzialmente il prossimo leader italiano, ha scritto che 'perfezionò e aggiornò i suoi studi' alla New York University, ma, quando abbiamo chiesto, ci è stato risposto: "Una persona con questo nome non compare nei nostri archivi come studente o membro di facoltà", si legge in un tweet, in cui il giornalista posta il lungo articolo pubblicato sul Nyt.

Giuseppe Conte, potentially Italy's next leader, wrote that he “perfected and updated his studies” at NYU, which, when asked, said “A person by this name does not show up in any of our records as either a student or faculty member.” https://t.co/NnwTDVOUGV

— Jason Horowitz (@jasondhorowitz) 21 maggio 2018
Nel suo curriculum ufficiale, inviato alla Camera dei Deputati in occasione delle elezioni a componente del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa (incarico poi ottenuto) a pagina 2, Conte dichiara di aver trascorso, ogni estate, dal 2008 al 2012, almeno un mese nell'Università americana. La portavoce della New York University, Michelle Tsai, smentisce però l'informazione: "Una persona con questo nome non compare nei nostri archivi come studente o membro di facoltà", aggiungendo che è  possibile che Conte abbia seguito qualche programma di due giorni per i quali la scuola non tiene registri. 

La questione degli studi si arricchisce di altri dettagli. "Il prof. #GiuseppeConte ha perfezionato gli studi giuridici a Vienna, all’International Kulturinstitute. Che non esiste. Esiste, invece l’Internationales Kulturinstitute , che è una scuola di lingue", si legge in un tweet della giornalista Jeanne Perego.

Il prof. #GiuseppeConte ha perfezionato gli studi giuridici a Vienna, all'International Kulturinstitute. Che non esiste. Esiste, invece l'Internationales Kulturinstitute , che è una scuola di lingue. ??https://t.co/vb8E6mhiBg pic.twitter.com/MYCz9RFLaN

— Jeanne Perego (@jeperego) 22 maggio 2018

LE REAZIONI
Il dubbio sulla veridicità del curriculum suscita immediate reazioni. "Se fosse confermato quanto scrive il New York Times saremmo di fronte ad un caso gravissimo di taroccamento. Se gli studi di conte alla Nyu non ci sono mai stati, che garanzie ci sono sulle altre voci del suo curriculum? Iniziare con una bugia non è certamente il miglior viatico per chi è stato presentato al capo dello Stato come possibile premier", è il commento del deputato del Pd Michele Anzaldi. Che aggiunge: "E pensare che il suo nome era già stato portato al Colle nella sceneggiata elettorale del fantagoverno presentato da Di Maio prima del voto, un fantagoverno ora scomparso definitivamente dai radar. Sarebbe bene che Conte e M5s chiarissero subito anche su conflitto d' interessi (essendo un avvocato amministrativo) e sul tetto stipendi (compreso il suo) per rispetto del Quirinale e degli italiani". A lui fa eco la deputata Pd Alessia Morani, che su Twitter scrive: "Iniziamo bene".

I SOSPETTI SULL'ADESIONE A STAMINA
Dai social arriva però un'altra accusa a Conte, e stavolta non riguarda il curriculum, ma la posizione espressa dal professore in merito alla vicenda Stamina. Nel 2013, Conte ha rappresentato una famiglia che si batteva in tribunale perché la figlia, affetta da una grave malattia, potesse essere 'curata' con il metodo Stamina, il protocollo a base di staminali ideato da Davide Vannoni ma bocciato prima dall'intera comunità scientifica mondiale e poi dalle inchieste della magistratura italiana. Ma il ruolo di Conte in quella vicenda non sarebbe puramente professionale, visto che il premier in pectore è stato tra i promotori, assieme all'attrice Gina Lollobrigida, di una fondazione che finanzia l'accesso alle cure compassionevoli in casi di malattie non curabili: Fondazione Stamina fu scelta come prima beneficiaria del sostegno finanziario di quella fondazione.

 

 
La scoperta di un ricercatore britannico: accounts della Mela memorizzati in chiaro su due servers Amazon usati dal programmino, che serve a tracciare posizione e uso dello smartphone dei figli Stampa E-mail
Martedì 22 Maggio 2018 09:14

''Migliaia di accounts Apple a rischio'': sotto accusa TeenSafe, l'app per spiare i teenagers

di SIMONE COSIMI

Teensafe, una delle tante applicazioni-spia che consentono di tallonare i propri figli sotto l’aspetto digitale, per monitorarne cioè le attività svolte sui loro smartphones, è stata accusata da ZDnet di aver archiviato le passwords degli ID Apple impostati all’interno dello stesso programma.
 
Prima del sito specializzato il ricercatore britannico Robert Wiggins aveva già spiegato come fino a pochi mesi fa TeenSafe salvasse sui propri servers dei semplici file di testo che custodivano le passwords in chiaro degli accounts Apple inseriti dai genitori all’interno dell’applicazione. A quanto pare quei servers sarebbero già stati disattivati dopo l’allerta ricevuta dalla piattaforma e gli utenti informati.
 
Questo non toglie che per lungo tempo decine di migliaia di estremi (anche se alcuni parlano di poco più di 10mila, ma solo negli ultimi tre mesi) siamo rimasti a disposizione di chiunque possa essere riuscito a penetrare i servers Amazon in modo del tutto insicuro, senza alcun tipo di protezione crittografica. Semplicissimo sottrarle e utilizzarle per penetrare gli accounts.
 
I servers esposti, e i file memorizzati, contenevano gli indirizzi e-mail dei genitori che avevano attivato accounts su TeenSafe così come quelli associati all’ID Apple dei loro figli. Non mancavano le passwords di quest’ultimi insieme al nome del dispositivo dei bambino e al numero di identificazione unica del dispositivo. Rischi remoti, ovviamente, visto che per fortuna sul cloud non venivano memorizzati foto o video. Ma che, oltre il fatto specifico che riguarda in gran parte gli Stati Uniti, lasciano passare il senso di quanto possa essere pericoloso affidarsi ad applicazioni non certificate che non garantiscono la sicurezza dei dati. Specialmente nel tentativo di “proteggere” il proprio figlio dalle insidie online e spiare in remoto l’uso del suo dispositivo.

 

fonte repubblica.it

 
Piazza Affari ha aperto in forte calo in attesa di novità sul Governo e per effetto dei dividendi. In rialzo le altre Borse europee orfane di Francoforte e Zurigo Stampa E-mail
Lunedì 21 Maggio 2018 07:58

Politica e stacco cedole affossano Milano. Sale lo Spread

 

 Partenza in forte calo per Piazza Affari in un'Europa che mostra invece rialzi contenuti. Previsti volumi di scambio la media vista l'assenza di Francoforte e Zurigo, chiuse per festività.

In una sessione sostanzialmente priva di dati macroeconomici e spunti di rilievo l'attenzione degli investitori sarà ancora concentrata sull'Italia. I leader di Lega e Movimento 5 Stelle saliranno al Colle per riferire al Presidente della Repubblica sull'accordo di Governo e fornire il nome del Premier.

Dal punto di vista finanziario, grande attenzione ai movimenti sul mercato dei titoli di Stato, in particolare allo Spread tra il BTP decennale e il Bund tedesco, che si posiziona a 170 punti base, con un incremento di 7 punti base. In tensione anche il rendimento del BTP decennale, al 2,27%.

Resta inoltre sui massimi il differenziale con la Spagna a 80 punti base.

Da rilevare inoltre che oggi numerose società staccano la cedola, cosa che potrebbe influire sull'andamento dell'azionario tricolore.

Dal fronte internazionale, da segnalare i segnali di pace tra Stati Uniti e Cina sui dazi.

Sul valutario prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che mostra un leggero calo dello 0,39%.

Tra le principali commodities in retromarcia l'oro, che scivola a 1.282 dollari l'oncia, mentre il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) avanza dello 0,55%.

Tra gli indici di Eurolandia Londra avanza dello 0,45%, Parigi dello 0,22%.

A Milano il FTSE MIB sconta l'incertezza politica e i timori per una svolta anti-europeista da parte del possibile Governo giallo-oro, oltre che l'effetto dividendi, mostrando un ribasso dell'1,70%. Sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share perde l'1,41%. In rosso anche il FTSE Italia Mid Cap (-0,71%), come il FTSE Italia Star (-0,3%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, buona performance per CNH Industrial, che avanza dell'1,76%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su UnipolSai, che lascia sul parterre il 6,54%, Intesa Sanpaolo -6,28%, Italgas -5,17% e Generali Assicurazioni -4,87%, tutte all'appuntamento con lo stacco della cedola.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Ansaldo (+2,13%), Fincantieri (+1,47%), El.En (+1,26%) e Gima Tt (+1,24%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Saras, che cede il 4,27%.

 

FONTE TELEBORSA.IT

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 1777

Notizie Flash

AIUTO

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information