Ulti Clocks content

Login



Scontri a Washington tra manifestanti e polizia: 217 arresti Stampa E-mail
Sabato 21 Gennaio 2017 11:34

Donald Trump ha giurato da presidente degli Usa. "Con me potere torna al popolo". Firmato decreto per ridurre Obamacare

 Il discorso davanti alla folla radunata a Capitol Hill. "Basta con i politici che si lamentano e non fanno nulla per cambiare. Basta spendere miliardi per difendere gli altri. Ogni mio respiro sarà dedicato al lavoro, al benessere, alla sicurezza dei cittadini. Tornerà il lavoro e torneranno i confini".

                                                                                                                                reuters)

 "Giuro solennemente che eseguirò con fedeltà l'incarico di presidente degli Stati Uniti. Con le mie migliori capacità difenderò la loro Costituzione. Dio, aiutami a far questo". Pronunciando queste parole, davanti alla folla radunata davanti alla scalinata di Capitol Hill, Donald Trump è diventato ufficialmente il 45mo presidente degli Stati Uniti. Che, insieme al mondo, voltano pagina. In modo radicale, se Trump terrà fede al programma illustrato nel discorso dell'insediamento.

Sintesi e richiamo di tutti i cavalli di battaglia della campagna elettorale con cui il miliardario ha puntato direttamente alla pancia vuota del Grande Paese. I temi con cui ha prima sbaragliato l'establishment del Partito repubblicano durante le primarie, poi si è imposto a novembre sulla candidata democratica Hillary Clinton.

Nel suo primo atto nello Studio Ovale, Trump ha firmato un decreto esecutivo diretto alle agenzie governative per ridurre il peso dell'Obamacare. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer. E dallo studio ovale, Trump ha commentato il suo insediamento così: "Una giornata impegnata ma bella. Una bella giornata".

L'America di the Donald, in un mondo che si vorrebbe più aperto e chiamato a raccolta su sfide globale come il terrorismo e il cambiamento climatico, si raggomitola su se stessa. Dentro i suoi confini, dietro muri e dogane, a protezione dei suoi mercati, delle sue imprese, dei suoi lavoratori e dei suoi consumi. Non più disposta a investire risorse, più che uomini, nella difesa dei suoi alleati, senza preoccuparsi di offuscare la luce del suo faro da Occidente sull'ordine mondiale. America first, è il nuovo verbo. Declinato in due semplici comandamenti: comprare americano, assumere americani.

Questo il discorso di Donald Trump, 45° presidente degli Stati Uniti.

"Gli Obama sono stati magnifici, grazie a voi Barack e Michelle. Ma questa cerimonia ha un significato molto importante. Non è solo il trasferimento da un'amministrazione a un'altra. Stiamo ridonando il potere al popolo. Per troppo tempo un gruppo ristretto di persone ha gestito il governo. La prosperità era solo per i politici, non per le imprese. L'establishment ha protetto se stesso, non le imprese. Non sono stati i trionfi della gente, c'era poco da celebrare per le famiglie che lottavano in tutti gli Usa. Da ora tutto cambia. E' il vostro momento, vi appartiene".

"A quelli che si sono raccolti qui e a quelli che guardano da tutta America. E' il vostro Paese. Quello che importa non è quale partito controlli il governo ma se il popolo controlli il governo. Da oggi sarete di nuovo i veri legislatori. Non sarete più dimenticati. Decine di milioni di persone vogliono far parte di un movimento storico, che il mondo non aveva mai visto. Nella convinzione che una nazione esiste per servire i suoi cittadini: nel lavoro, nella scuola. Cose ragionevoli. Ma troppi dei nostri cittadini vivono intrappolati nella povertà, imprese che chiudono, l'istruzione che viene meno. E anche i crimini, le droghe che mietono vittime e ci tolgono tanto potenziale. Tutto questo finisce adesso, in questo momento".

"I sogni appartengono a tutti. E anche il successo. Condividiamo un cuore e un destino glorioso. Questo è il giuramento che faccio a tutti gli americani. Per decenni abbiamo chiuso alle nostre imprese e non abbiamo difeso i nostri confini, spendendo all'estero miliardi di dollari per difendere gli altri mentre le nostre infrastrutture crollavano nella decadenza generale. Mentre la fiducia nel nostro Paese spariva. Le imprese se ne andavano senza pensare ai milioni di lavoratori che restavano indietro. La middle class è stata tagliata fuori dalla redistribuzione della ricchezza. Ma questo è il passato. Ora guardiamo al futuro".

"Da oggi in poi una nuova visione governerà gli Usa. Un messaggio: l'America prima di tutto. Di ogni decisione, su commercio, fisco, esteri, dovranno beneficiare i lavoratori degli Stati Uniti. Dovremo difendere gli interessi degli Usa dalla razzia di altre imprese. Questa tutela porterà prosperità e forza e io combatterò con ogni respiro per questo obiettivo, non vi deluderò. L'America riprenderà a vincere come mai prima. Riporteremo l'occupazione e i nostri confini, torneremo a sognare. Costruiremo nuove autostrade, ponti, stazioni ferroviarie in tutta la nostra grandiosa Nazione. Porteremo le persone fuori dalla disoccupazione. Con due regole semplici: assumi americani, compra prodotti americani. Cercheremo buoni rapporti con gli altri, ma solo nell'interesse nazionale. Vogliamo essere d'esempio per tutti. Vogliamo rafforzare le alleanze e porci contro il terrorismo islamico, per sradicarlo dalla faccia della terra".

"Al di là della politica, ci sarà una fedeltà totale al nostro Paese. E quando si apre il cuore al patrottismo non c'è spazio per il terrorismo. La Bibbia ci dice quanto è bello quando le persone vivono in armonia. Noi dobbiamo aprire le menti e agire in armonia e solidarietà. Così l'America è inarrestabile. Non c'è paura, saremo sempre protetti dalle forze dell'ordine di questo Paese. E, più importante, da Dio. Infine, dobbiamo pensare e sognare in grande. L'America vive solo se lotta. Noi non accettiamo che i politici  si lamentino senza agire per cambiare le cose. Il tempo per le parole vuote è finito. E' il momento di agire. Non dobbiamo permettere a nessuno di dirci: non si può fare. Non falliremo. L'America sarà ancora ricca e prospera. Siamo all'inizio di un nuovo millennio, pronti ad aprirci ai suoi misteri. Tutta la saggezza del passato non sarà mai dimenticata, a prescindere dal colore della nostra pelle. Godiamo tutti delle stesse libertà e guardiamo tutti alla nostra bandiera".

"Agli americani di tutte le città, vicine e lontane, piccole e grandi, da oceano a oceano: non verrete più ignorati. le vostre voci e le vostre speranze, i sogni e le aspettative definiranno il sogno americano e ci guideranno in questo percorso. Renderemo questo Paese prospero, sicuro, grande, grandioso.

Dio benedica voi e gli Stati Uniti d'America".

 

FONTE  PAOLO GALLORI repubblica.it

 
il dramma sul gran sasso Stampa E-mail
Venerdì 20 Gennaio 2017 12:38

 

Hotel Rigopiano, trovate vive 8 persone: ci sono due bambini.

   Sono state trovate vive 8 persone all'Hotel "Rigopiano" a Farindola sul Gran Sasso, spazzato via da una slavina di immense proporzioni. Tra i sopravvissuti ci sono due bambini. Sono state estratte vive finora una donna e la figlia, rimaste 43 ore sotto le macerie. Entrambe sembrerebbero in condizioni discrete e sono state già portate in ospedale. "Erano felicissime, senza parole", racconta un soccorritore. Al momento gli altri superstiti sono ancora sotto le macerie - si trovano sotto ad un solaio - e i vigili del fuoco hanno più volte parlato con loro.   

'SONO VIVI' - L'AUDIO DEI VIGILI DEL FUOCO

 

Ore 13:28 Soccorritore racconta: mamma e figlia felicissime, senza parole

Ore 13:10 Arrivate ambulanze a Pescara con i primi sopravvissuti

Ore 13:09 Madre e figlia sono state circa 43 ore sotto macerie e slavina

Ore 12:54 FLASH Otto le persone trovate vive finora, 2 bambini

Ore 12:51 Estratte vive una donna e la figlia

Ore 12:14 Le sei persone vive si troverebbero sotto un solaio e i Vigili del Fuoco "ci stanno parlando"

Ore 12:11 Tra i sei sopravvissuti nelle macerie c'è una bambina, ha detto il viceministro dell'Interno Filippo Bubbico al Gr1

Ore 11:54 Elicotteri in arrivo con i medici

Ore 11:49 Sei persone - secondo quanto apprende l'ANSA - sono state individuate vive dai vigili del fuoco. Sono ancora tra le macerie dell'Hotel.

Ore 11:39 FLASH: Rigopiano, trovate vive 6 persone

IL PUNTO DELL'INVIATO: Soccorsi a rilento per poca sicurezza

 LA CRONACA - Sono state circa 43 ore sotto l'enorme massa di neve della valanga, i detriti e le macerie dell'albergo da donna e la bambina estratte poco dopo le 12.30. Il primo allarme della valanga, infatti, era stato lanciato da Giampiero Parete alle 17.40 di mercoledì 18 gennaio. In pratica quasi due giorni. ''Appena ci hanno visto erano felicissime e non sono riuscite a parlare. Dagli occhi si capiva che erano sconvolte positivamente per averci visto''. Cosi il soccorritore alpino della Guardia di Finanza Marco Bini racconta gli attimi del salvataggio della mamma e della figlia. ''Le abbiamo trovate nel vano cucina, e poi abbiamo salvato le altre persone'', dice Bini.

I soccorritori hanno lavorato per tutta la scorsa notte, in condizioni estreme, alla ricerca della trentina di dispersi. Con le temperature ampiamente sotto lo zero, i soccorritori hanno lavorato grazie all'ausilio delle fotocellule ma a ritmi ridotti: non ci sono infatti le condizioni di sicurezza necessarie per operare in maniera massiccia. Le turbine hanno proseguito inoltre il lavoro per liberare la strada che sale all'hotel. La Procura ha aperto un'indagine per omicidio colposo.......

 

Fonte ansa.it

 
Segno più a Piazza Affari Stampa E-mail
Venerdì 20 Gennaio 2017 10:04

Borse europee incerte. Occhi puntati sul discorso di Donald Trump

 Si apre una giornata all'insegna dello incertezza per i listini azionari europei. Gli investitori sono in attesa di ascoltare il discorso di di Donald Trump che oggi si insidierà alla Casa Bianca come 45° Presidente degli Stati Uniti.

Fa meglio Piazza Affari che si mostra un vantaggio rispetto al resto d'Europa.

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,067. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,45%.

Tra le principali Borse europee ferma Francoforte che lima dello 0,06%, Anche Londra è stabile cosi come Parigi che mostra un +0,08%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,38%. Sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share che avanza dello 0,33%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di UBI Banca, che mostra un rialzo del 3,22%.

Su di giri Banca Popolare dell'Emilia Romagna (+2,21%).

Acquisti a piene mani su Fiat che vanta un incremento del 2,56%.

Fa bene Banco BPM che mostra un progresso dell'1,39%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Prysmian (-0,86%)

Vendite su Mediaset (-0,28%).


In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Fincantieri (+5,56%) dopo che ieri è arrivata una commessa da parte di Carnival.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Brunello Cucinelli che mostra un -3,74%, dopo che Mediobanca ha completato la cessione del 3,02% delle azioni dell'azienda

 

FONTE TELEBORSA.IT

 
Compleanno di Stefania Orlando nella location cult Romana “Mo Mo Republic” Stampa E-mail
Giovedì 19 Gennaio 2017 20:34

Party Stefania Orlando con l'hair-stylist internazionale Michele Spanò

 

 L’Hair Stylist Internazionale Michele Spanò, ospite al compleanno di Stefania Orlando, con Carmen Di Pietro.

 Trasparenze di pizzo nero su mini skirt rossa per la bionda conduttrice Stefania Orlando che ha brindato alle sue meravigliose cinquanta primavere con tanti amici, la famiglia e il suo innamoratissimo chitarrista Simone Gianlorenzi che non l’ha mai persa di vista un attimo.

Tra i primi ad arrivare il fratello della festeggiata Fabio Massimo con i genitori Pietro e Annamaria, le amiche Carmen Di Pietro, in elegante tailleur scuro su blusa bianca, la cantante Fiordaliso, in pantaloni di pelle nera e blusa dalle nuance dorate, e Rita Dalla Chiesa e poi il conduttore Giancarlo Magalli.

 

Più tardi arrivano Antonella Elia, l’avvocato Maria Chiara Cudillo e la casting Flavia Frazzi. Cravatta rossa su completo nero per l’hair-stylist internazionale Michele Spanò che, tra una portata e l’altra a base di prelibatezze a sfizi mediterranei, ricorda i bei tempi di “Non è la Rai” quando si occupava del look di Enrica Bonaccorti.

Poi, dopo lo scambio di regali, momento clou con il taglio della golosa torta di compleanno a base di fragole e panna, con su scritto “41 più Iva”, circondata da tutti i settanta ospiti vip.

Brillano nell’aria le classiche stelline celebrative mentre tutti sono pronti a stappare bollicine doc. Poi si prosegue con i selfie da postare sui social e si parla dei tanti impegni Rai della Orlando che spazia da “Uno in famiglia” del sabato, dove co-conduce la rubrica “Da vedere, da ascoltare” e Rai2, dove, a “I fatti vostri”, presiede la giura del intitolato “Dog factor”.

 

FONTE LUCILLA QUAGLIA

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 1589

Notizie Flash

Ci sono passioni che uniscono le donne a tutte le latitudini: di certo quella per le scarpe si può dire quasi universale. Questa volta è la Nuova Zelanda a far parlare di sé per un modello davvero esclusivo. Si tratta di un paio di decolleté ricoperte di diamanti bianchi per un valore di circa 500mila dollari.


 

A realizzarle è stata la designer Kathryn Wilson in collaborazione con Sarah Hutchings, designer per Orsini Gioielli. Per realizzare le scarpe è stato necessario un lavoro certosino: prima la scelta delle pietre, poi la loro composizione sulle scarpe. Per decorarle è stato necessario usare una pinzetta e una colla speciale: un lavoro di precisione per un paio di scarpe da sogno.

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information