Ulti Clocks content

Login



Si parte con i super sconti di Amazon e le offerte lampo valide solo per 24 ore. Giorno per giorno vi diciamo dove puntare Stampa E-mail
Lunedì 19 Novembre 2018 11:47

Black Friday 2018 su Amazon, le offerte tech del 19 novembre

 

Black Friday 2018 su Amazon, le offerte di oggi

Novembre è senza dubbio il mese degli sconti sulla tecnologia. A seguito dell’IVA Day, delle Black Hour di ePrice, del Single Day di Alibaba e del “Black fra-i-dei” di Monclick, Amazon ha tolto il velo al suo Black Friday, con ribassi che partono oggi 19 novembre sino al fatidico clou del 23 novembre e altri che valgono solo per 24 ore. Dopo l’occhio di riguardo dei giorni scorsi a televisori, smartphone economici, smartwatch, cuffie e casa intelligente, il gigante dell’e-commerce ha varato il suo piano per proporre centinaia di prodotti in promozione. Le offerte a tempo, giorno dopo giorno, sono un succoso antipasto di quello che succederà venerdì, in cui si concentreranno gli sforzi di riduzione dei prezzi online. Ma non è detto che quanto promosso quotidianamente godrà di un calo del costo anche il 23 dunque, se scovate qualcosa di interessante, meglio approfittarne subito piuttosto che ritrovarsi l’oggetto del desiderio a cifra piena. Per facilitarvi nella scelta, abbiamo selezionato l’hi-tech con gli sconti più rilevanti in varie categorie.

Black Friday 2018 su Amazon, Nest Termostato 3A generazione

La terza generazione del Nest Learning Thermostat (189,99 euro) migliora un prodotto che ha cambiato le abitudini di tanti italiani. Potendo controllare il riscaldamento e il consumo dallo smartphone, si riesce ad ottimizzare concretamente la diffusione di calore e, dunque, a risparmiare. Tramite i sensori incorporati e la posizione degli smartphone registrati, può capire quando non c'è nessuno in casa, per regolare o spegnere l’apparato. Tramite Heat Link, un piccolo dispositivo intelligente, il Nest si collega a sistemi di riscaldamento vecchi e moderni.

 

Black Friday 2018 su Amazon, Ezviz Mini Pano Telecamera di Sicurezza

Ezviz è un marchio specializzato nel monitoraggio video. Fa parte di Hikvision, il più grande produttore al mondo di sistemi di videosorveglianza, e con Mini Pano (94,99 euro) permette a chiunque di tenere d’occhio gli ambienti a cui si tiene maggiormente, sfruttando un sensore ottico “fisheye” panoramico, con vista estesa e, nel caso di altri accessori compatibili, divisa in più finestre. Grazie al led a infrarossi, la camera può vedere chiaramente fino a 10 metri, anche in mancanza di luminosità.

Black Friday 2018 su Amazon, Osram Smart+ Lampadina

Spesso si parla di smart home pensando a sistemi complessi, costosi e dall’utilizzo variegato. Eppure, per cominciare bastano poche decine di euro. Con una lampadina intelligente di Osram infatti (24,99 euro) si rende nativamente “smart” la luce di una stanza, potendo controllare intensità (dal freddo al caldo) direttamente dallo smartphone, oltre che accendere e spegnere l’illuminazione. La lampadina è dotata di tecnologia di controllo wireless ZigBee e si può gestire anche con Alexa, grazie agli “skill” per Amazon Echo (tutti i tipi) da scaricare gratis.

 

 

Black Friday 2018 su Amazon, D-Link DGS-1008P

DGS-1008P (53,49 euro) rappresenta un modo semplice ed economico per sfruttare velocità e larghezza di banda Gigabit Ethernet, con 8 porte dedicate e una configurazione facile degli ingressi. Scelta indicata sia per utenti casalinghi che uffici, la particolarità dello switch è il supporto al protocollo PoE, ovvero Power over Ethernet, con cui aggiungere senza particolari difficoltà telecamere, smart speaker e tanti altri accessori che popolano le nostre abitazioni. Inoltre, usa la tecnologia ecologica D-Link Green, che offre risparmio energetico, un minore assorbimento elettrico e una più lunga vita del prodotto.

 

Black Friday 2018 su Amazon, Maegoo X9 Gamepad

Il controller X9 (16,79 euro) è progettato per funzionare con PC, PlayStation, Xbox, Smart TV e, soprattutto, smartphone. Si, perché con la crescente qualità dei titoli mobili, poter contare su un gamepad vero e proprio rappresenta un vantaggio assoluto per approcciare meglio sfide e partite mozzafiato. Purtroppo non tutti i videogame sono compatibili ma già il fatto di poterlo sfruttare con gli emulatori da vecchie sale giochi vale l’acquisto. Si collega ai dispostivi in due modi: Bluetooth e Dongle USB 2.4G ed è dotato di batteria integrata da 400 mAh, ricaricabile.

 

Black Friday 2018 su Amazon, Yissvic Baby Monitor

Voglia di una bicicletta elettrica? Oggi forse è il giorno giusto visto che iBike ha applicato uno sconto rilevante al suo modello Fold Easy (299,90 euro). Questa bici ha un telaio in acciaio nero e ruote da 20”, motore posteriore da 200 watt e velocità massima di 21 km/h. L’autonomia è di circa 20 km con una ricarica di 6 ore. Il nome stesso ne caratterizza la possibilità di essere piegata, anche se il trasporto a mano non è proprio indicato, visto il peso di 22 kg, ma nel bagaglio entra senza problemi. Ha un cambio singolo e in città si muove alla perfezione.

 

 

Black Friday 2018 su Amazon, Nokia Body+

La bilancia può essere un oggetto non così amato ma, grazie alle innovazioni hi-tech, anche questo può diventare un valido compagno verso la via di una salute migliore. Più di uno strumento atto solo a rilevare il peso, Body+ (59 euro) si interfaccia con lo smartphone per recepire la registrazione di cibi e bevande consumate, così da indicare con precisione la composizione corporea e suggerire dove intervenire per rimettersi in forma. Analizzando le cause che fanno alzare o diminuire i valori, la bilancia Wi-Fi è un alleato perfetto per perdere peso in maniera intelligente e controllata (considerando che un percorso con specialisti è sempre preferibile).

 

 

fonte corriere.it

 
Colpo di scena in chiesa: la giovane, avvisata da un messaggio anonimo con gli screenshot delle conversazioni del futuro marito, si prende una rivincita plateale Stampa E-mail
Lunedì 19 Novembre 2018 11:40

Scopre il tradimento il giorno prima delle nozze: va all'altare e, invece del sì, legge gli sms tra partner e amante

 

La freddezza mentale di aver aspettato una notte intera, invece di sfogarsi con insulti e lacrime, per godersi una vendetta plateale il giorno dopo, sull'altare. E' la storia, raccontata ai tabloid britannici da una ragazza, chiamata convenzionalmente Casey, a cui è crollato il mondo addosso la notte prima del matrimonio, a poche ore da quello che avrebbe dovuto essere il giorno più felice della sua vita. Mentre provava per l'ultima volta a casa l'abito da sposa, a un certo punto il suo cellulare della ragazza ha vibrato ed è comparso un sms, proveniente da un numero sconosciuto, con una serie di screenshot e il messaggio: «Io non lo sposerei, tu sei sicura di volerlo?». E all'improvviso è cambiato tutto. Gli stamp fotografavano conversazioni e selfie tra il futuro marito Alex (altro nome di fantasia) e una donna mora, con la carnagione olivastra: l'esatto contrario della bionda Casey. Eppure con Alex era stato un colpo di fulmine, illuminato dalla sensazione immediata - fin dal primo incontro - che fosse proprio lui il principe azzurro della sua vita: la presentazione alle famiglie, la ricerca degli anelli nuziali, del bouquet, la lista di nozze, la luna di miele . Tutto inutile, 6 anni di fidanzamento svaniti in mezza giornata.

 

Gli sms con l'amante

I messaggi con l'amante andavano avanti da mesi, l'ultimo era stato inviato solo qualche giorno prima. Inequivocabile il contenuto: «Questo weekend io e te da soli, roba bollente»; «Il tuo corpo è incredibile e sai come usarlo, vorrei che la mia ragazza avesse la metà delle tue doti»; «Mi manchi tanto, non riesco a smettere di pensarti, non ho mai provato queste emozioni prima». Ogni parola che leggeva, con lo sguardo sempre più attonito, s'infilava come una pugnalata nel cuore della povera Casey: «Non c'era dubbio sull'autenticità degli scambi - rivela -, sono scoppiata in lacrime per il dolore, come aveva potuto farmi questo? Ma ero troppo scioccata e triste per arrabbiarmi e chiamarlo». Dopo una notte insonne, trattenendo le lacrime, all'alba il sole ha portato consiglio: svelato tutto ai genitori, d'accordo con loro, la ragazza ha preso la decisione di sbugiardare pubblicamente il compagno sull'altare, davanti ad amici e parenti.

 

 

La scenata in chiesa

Appena Casey è apparsa sul sagrato con passo di piombo e occhi vitrei - indossando l'abito bianco come un costume teatrale - Alex ha capito che c'era qualcosa di strano, ma non poteva ancora immaginare cosa sarebbe successo di lì a poco. Al momento della formula di rito, con lo scambio delle promesse, la giovane ha esclamato: «Sembra che Alex non sia quello che pensavo!». Quindi ha tirato fuori il telefonino e cominciato a leggere uno ad uno, ad alta voce, i messaggi scannerizzati, spiattellando così in faccia a tutti la verità sul conto dell'uomo. Lui è rimasto ammutolito, senza nemmeno il coraggio di guardarla negli occhi, mentre tra i banchi della chiesa risuonavano come tuoni i suoi sms: «Per quanto sia una persona orribile, in fondo sono contenta che tu sia qui oggi - ha detto alla fine Casey, di fronte al parroco e alla folla a bocca aperta -. Oggi non ci celebra un matrimonio, ma l'onestà e la ricerca del vero amore» le ultime parole udite da Alex mentre usciva a capo chino dalla chiesa, coperto di vergogna e seguito dalle smorfie inorridite dei suoi stessi familiari.

 

fonte corriere.it

 
Ma già si pensa al futuro: arriva nel 2019 il nuovo modello robotico SP. Gianluca D’Elia, direttore Urologia del San Giovanni: “Entro 10 anni opereremo i pazienti in ambulatorio e li dimetteremo entro la giornata” Stampa E-mail
Venerdì 16 Novembre 2018 09:43

Roma, compie dieci anni il Da Vinci: robot chirurgo del San Giovanni Addolorata

 

 Quasi 300 interventi solo nel reparto di Urologia, circa 1.600 in ginecologia, chirurgia generale, toracica e pediatrica, otorinolaringoiatria e cardiochirurgia. Sono stati presentati oggi i risultati ottenuti in dieci anni di interventi con le tecniche mininvasive del Robot da Vinci nell’ospedale San Giovanni Addolorata di Roma, più del doppio rispetto a quelli resi possibili dalla chirurgia tradizionale.

Nel corso dell’incontro è stato illustrato anche SP, l’ultimo modello del Robot da Vinci, che è prossimo alla certificazione europea, ha già ottenuto il benestare dalla “Food and Drugs Administration” negli Stati Uniti e sarà diffuso in Europa nel 2019. “Lo sviluppo del sistema Da Vinci sta rivoluzionando la chirurgia, in particolare quella dei tumori maligni della prostata – ha specificato il dottor Gianluca D’Elia, direttore della Urologia del San Giovanni -. I dettagli anatomici che siamo in grado di visualizzare e la precisione degli strumenti robotici - sottolinea l’esperto - ci permettono di eseguire micro-dissezioni con notevoli risultati nell’ambito della conservazione della funzione erettile e di conseguenza nella salvaguardia dell’amore di coppia”. “Entro 10-15 anni anni - prevede D’Elia - probabilmente saremo in grado di operare i pazienti in ambulatorio e dimetterli entro la giornata”.

Il da Vinci, prodotto in California da Intuitive Surgical e distribuito in Italia da ab medica, rappresenta ad oggi lo strumento per eccellenza con cui realizzare una chirurgia mininvasiva: questo grazie alle caratteristiche tecnologiche che fanno della piattaforma l’emblema della precisione e dell’efficacia in sala operatoria. Il chirurgo, seduto alla console, guida i bracci robotici tramite manipoli. In questo modo, il tremore fisiologico della mano viene azzerato assicurando al gesto operatorio una precisione e una fermezza estreme. Anche la visione del piano operatorio è decisamente magnificata (con una risoluzione dei dettagli aumentata di 10 volte) e resa tridimensionale. A tutto questo si affianca una libertà di movimento su ben sette assi e con una rotazione di 540 gradi, nettamente maggiore rispetto a quella della mano di un essere umano.

“Si tratta di strumentazioni sofisticatissime che permettono di ridurre sempre più il trauma per i pazienti e accorciare ancora i tempi di ripresa – ha spiegato Graziano Pernazza, responsabile del reparto di Chirurgia generale, per la quale l’ospedale San Giovanni Addolorata si colloca come centro di riferimento. “Per esempio, già ora per tumori come quelli del colon retto, del pancreas o dell’esofago, non essendo più necessario aprire l’addome del paziente, si viene dimessi dopo appena due giorni – precisa l’esperto -. Con l’apparecchiatura Sp sarà possibile ridurre ulteriormente il dolore post-operatorio, i tempi di degenza e soprattutto avere subito accesso alle terapie oncologiche successive che prima venivano rimandate di almeno 7-10 giorni”.

Negli anni sono andate moltiplicandosi le applicazioni della tecnica robotica, estesa al trattamento delle patologie funzionali, infiammatorie acute, croniche e neoplastiche dell’apparato digerente (intestino, colon-retto, esofago e stomaco) e degli organi addominali (pancreas, vie biliari, fegato e surrene). L’esperienza maturata ha consentito ai chirurghi del San Giovanni di essere parte attiva nel network della formazione e di esportare la loro attività nell’ambito di eventi di formazione in Italia e nel mondo, contribuendo all’attività di società scientifiche nazionali e internazionali.

In occasione del decennale, l’ospedale romano ha messo in programma eventi speciali rivolti al pubblico e agli operatori sanitari: una mostra sulle evoluzioni della Medicina e delle tecniche robotiche (che si protrarrà fno al 12 dicembre) e un congresso scientifico (oggi e domani) all’Auditorium Antonianum, durante il quale verranno mostrati in diretta gli interventi svolti nelle sale operatorie dell’ospedale, con particolare attenzione a quelli di asportazione di tumore maligno della prostata.

A ottobre 2018, sono quasi 5 mila le piattaforme da Vinci distribuite nel mondo. Dopo gli Stati Uniti che dispongono di più di 3 mila sistemi robotici, l’Europa rappresenta il secondo mercato con 800 installazioni. In Italia le apparecchiature sono 107 e dal 2010 la loro presenza nelle strutture ospedaliere è cresciuta di oltre il 70 per cento.

Nel 2017 con il robot da Vinci sono stati effettuati più di 875 mila interventi in tutto il mondo (con un incremento del 16 per cento rispetto all’anno precedente), 17.462 in Italia (+14 per cento sul 2016). Dal 2006 i pazienti operati nel nostro Paese con il da Vinci sono oltre 91.500, con il coinvolgimento negli anni di un sempre maggior numero di chirurghi e di specialità.

 
Sconti, no Iva e prezzacci: anche sugli smartphone di fascia bassa si possono spuntare buoni prezzi nonostante i listini già ridotti. E in molti casi hanno poco da invidiare ai modelli più prestigiosi Stampa E-mail
Giovedì 15 Novembre 2018 15:48

Black Friday 2018, come scegliere lo smartphone giusto: i migliori sotto i 300 euro

 

Black Friday 2018: il momento delle offerte

Tempo d’autunno, tempo di Black Friday e tempo di Natale. Dunque è anche tempo di smartphone. Tutti i produttori hanno apparecchiato la loro tavola in vista del Black Friday (quand’è quest’anno? Vai al nostro speciale) e del Cyber Monday (il lunedì successivo). E non c’è solo Amazon, che per l’occasione ha stretto un accordo storico con Apple. Dopo l’IVA Day di diversi rivenditori, le Black Hour di ePrice e il Single Day di Alibaba e il “Black fra-i-dei” di Monclick, è partita la corsa agli sconti in attesa del Black Friday vero e proprio (ecco qui i suggerimenti su come approfittare delle offerte). I prodotti tecnologici su cui buttarsi sono tanti, e così dopo cuffie, smartwatch e prodotti per la casa intelligente, abbiamo preparato una guida sugli oggetti del desiderio tecnologico per definizione, gli smartphone. I modelli disponibili sul mercato sono tantissimi, per tutte le tasche: si va ormai da poche decine di euro fino a cifre oltre i 1.500 euro. Nelle prossime schede proviamo a dare un’occhiata agli smartphone sotto i 300 euro, una fascia su cui si concentra il volume più grosso di acquisti, anche in occasione delle offerte del Balck Friday. Ecco un po’ di suggerimenti e di modelli da tenere d’occhio in questo periodo di offerte.

Black Friday 2018: smartphone sotto i 100 euro

Anche quest’anno non è facilissimo trovare modelli dignitosi sotto i 100 euro. Sono smartphone che vanno acquistati senza grosse pretese, da tenere nel cassetto come «muletti» per emergenze oppure da regalare come primo smartphone per i nonni o per un pre-adolescente. Anche partendo da questi presupposti non è facile trovare telefoni il cui uso non sia frustrante. La dotazione minima consigliata è di 2 GB di Ram e 16 GB di Rom, tagli di memoria ormai indispensabili per Android. E di verificare che il sistema sia aggiornato almeno alla versione 7 del sistema operativo (meglio la 8; una versione 6 o addirittura 5.1 o persino più vecchia segnala un modello che di certo non riceverà più aggiornamenti).
Con questi parametri non è facile uscire dalla pletora di «cinafonini» in vendita su siti più o meno affidabili (ma anche su Amazon che se non altro assicura l’assistenza): da Cubot a Doogee, da Oukitel a Blackview i marchi sono tanti. L’acquisto può essere un azzardo ma se il budget è davvero limitato oppure le pretese sono poche un acquisto può valere la pena. Anche se spendendo qualche decina di euro di più si entra già nella fascia dei marchi noti, con assistenza ufficiale sul territorio italiano e qualche garanzia ulteriore sulla durata nel tempo del prodotto.

Black Friday 2018: Honor 7S, Xiaomi Redmi 6, Alcatel 1

Sotto i 100 euro però possono spingersi anche marchi più noti, con una distribuzione ufficiale nel nostro Paese. La soglia simbolica del “centone” viene valicata a volte con promozioni: è il caso dell’Honor 7S (Honor, ricordiamolo, è il secondo brand del colosso Huawei), che pur senza pretese, propone un display HD+ in formato moderno 18:9 5,45 pollici, 2 GB di Ram e 16 di memoria interna, Android 8. Specifiche molto simili a quello dello Xiaomi Redmi 6A che, aggiungendo un 10-15 euro, offre anche una versione con 32 GB di Rom.
Il più economico di tutti è però l’Alcatel 1. Il marchio francese, oggi controllato dalla cinese TCL, vende a meno di 70 euro un modello compatto con schermo 18:9 e specifiche davvero risicate (1 GB di Ram, 8 GB di Rom) ma con a bordo Android Go, versione leggera del sistema operativo Google con apposite app in versione Go pensate per gli smartphone ultra low cost.

Black Friday 2018: smartphone tra 100 e 200 euro, Wiko View 2 Go e View 2 Plus

efascia alta e quella premium si è riempita di proposte altisonanti ma anche parecchio costose, ci sono altri produttori che guardano con attenzione a un pubblico differente. La francese Wiko insiste con il suo obiettivo di «democratizzare» lo smartphone: i suoi View 2 Go e View 2 Plus (159 e 249 euro di listino, ma si trovano già rispettivamente a 139 e 199 euro) uniscono un bel design a specifiche tecniche discrete (3/4 GB di Ram, 32/64 GB di spazio interno). Sono i modelli più economici con schermo «full screen» 19:9 e sblocco con il volto.

Black Friday 2018:: smartphone tra 100 e 200 euro, Xiaomi Mi A2 Lite

Caratteristiche analoghe ai Wiko ha l’altro marchio francese, già citato, ovvero Alcatel che il modello 5V offre sblocco con il volto e un design moderno. Costa 249 euro ma sino a fine anno chi lo acquista ottiene un “rimborso” di pari valore sulla piattaforma di streaming online Chili.
Per gli amanti delle ottime specifiche tecniche associate a un buon prezzo c’è invece l’accoppiata Xiaomi Mi A2 Lite e Mi A2, rispettivamente a 229 e 299 euro, anche se online si spuntano cifre notevolmente inferiori. Entrambi con sistema Android One, versione “stock” della piattaforma Google, assicurano notevole fluidità e aggiornamenti garantiti per almeno 2 anni.

Black Friday 2018: smartphone tra 200 e 300 euro, la fascia media Huawei/Honor

Arrivando alla cosiddetta fascia media la battaglia è accesissima. I modelli sono decine e molto spesso in grado di accontentare un pubblico molto ampio, grazie a specifiche tecniche non troppo lontane dai top di gamma, a fotocamere che si disimpegnano in maniera più che discreta e a materiali di qualità (vetro e alluminio) impiegati in maniera diffusa.
Tra le novità più interessanti che abbiamo provato nelle ultime settimane partiamo citando il grande (6,5 pollici di schermo) Honor View 10 Lite (269 euro), che sta nella nutrita pattuglia di Huawei/Honor (l’azienda, ricordiamo, è la stessa) tra i 200 e i 400 euro. I modelli in vendita usciti negli ultimi mesi sono Honor 10, Honor Play, Huawei Mate 20 Lite, Huawei P20 Lite, Huawei P Smart e Huawei P Smart Plus. Le differenze sono ridotte.

Black Friday 2018: smartphone tra 200 e 300 euro, Motorola One

Negli ultimi Motorola, o meglio Moto come Lenovo l’ha ribattezzata per poi tornare invece allo storico brand, ha infilato diversi modelli interessanti dal prezzo abbordabile. In particolare con la linea dei Moto G, che anche quest’anno, soprattutto con Moto G6 ed G6 Plus si sono rivelati convincenti. Oggi si trovano intorno a 220 (G6) e 260 euro (G6 Plus). Nelle scorse settimane però è uscito anche Motorola One (299 euro, nella foto), basato su Android One, versione “pura” del sistema di Google, con aggiornamenti garantiti per 3 anni, 4 GB di Ram e doppia fotocamera posteriore.

Black Friday 2018: smartphone tra 200 e 300 euro, Xiaomi PocoPhone F1

Se non vi fanno paura i marchi sconosciuti ma cercate tanta potenza e specifiche con un rapporto qualità prezzo imbattibile andate tranquilli sul PocoPhone F1 (329 euro), lo smartphone più economico con il potente Snapdragon 845. Il nome in Italia suona piuttosto male, ma dietro c’è la cinese Xiaomi, il colosso che è sbarcato quest’anno ufficialmente nel nostro Paese e che vanta molti estimatori dalle nostre parti. Non è lo smartphone più elegante in circolazione ma a questo prezzo non troverete niente di meglio con 6 GB di Ram, 64 GB di memoria espandibile, schermo Full HD+ e maxi-batteria da 4.00 mAh.

Black Friday 2018: smartphone tra 200 e 300 euro, Nokia 7.1

Se avete nostalgia di un marchio storico come Nokia, il modello più recente è il Nokia 7.1 (costa 349 euro ma con qualche offerta potrete portarlo a casa a meno di 300). Ha il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 710 e uno schermo PureDisplay di qualità elevata e conversione da video SDR a HDR in tempo reale. Anche questo modello monta Android One.

Black Friday 2018: smartphone sotto i 300 euro, i vecchi top di gamma

Qui abbiamo menzionato soltanto modelli recenti o comunque usciti quest’anno. Ma se avete pazienza di cercare, di studiare un po’ le specifiche tecniche e non vi interessa l’ultima novità, allora potreste anche puntare su un vecchio top di gamma. I modelli «flagship» del 2017 e in alcuni casi del 2016 sono validissimi anche oggi, in molti casi sono stati aggiornati e durante il «Black November» non mancheranno le offerte. Modelli come Lg G6, Samsung Galaxy S7 ma anche Huawei Mate 10 Pro sono da non snobbare. Per gli iPhone invece bisogna spendere un po’ di più, con l’eccezione del piccolo iPhone SE e dei «rigenerati».

 FONTE PAOLO OTTOLINA CORRIERE.IT

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 1825

Notizie Flash

 Svezia, portiere filmato mentre accorcia porta

 Kim Christiensen, portiere dell'Ifk Goteborg, e' stato filmato mentre cercava di spostare i pali per accorciare la propria porta.

Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information