Ulti Clocks content

Login



Migliaia di giovani e giovanissimi, armati di fascette in testa e luci che sembravano decine e decine di stelle, hanno affollato la location e scaldato l’atmosfera dall’inizio alla fine. Stampa E-mail
Sabato 03 Novembre 2018 12:13

Ultimo: un concerto intenso, tra l’eleganza delle stelle 

CARLOTTA D'AGOSTINO

 Ultimo. Solo di nome. Perchè ieri al Palalottomatica di Roma ha davvero brillato una nuova stella della musica italiana, giovane ma con le idee molto chiare.
Dalla parte degli ultimi per sentirmi primo“. È questo il motto principale di Niccolò Moriconi, in arte Ultimo e questo è il suo slogan sin da quando è piccolo, proprio come raccontano i suoi pezzi.
La sua storia sembrerebbe in realtà una favola, di quelle che fanno sorridere e lasciano increduli. Niccolò infatti è nato nel 1996 nel quartiere San Basilio di Roma e si è avvicinato prestissimo allo studio del pianoforte e della composizione, arrivando a creare le sue prime canzoni a soli 14 anni.
È un ragazzino come tanti, ama la musica, i tatuaggi, cresce con i brani di Vasco Rossi nelle orecchie, in compagnia di una sigaretta fumata lanciando uno sguardo verso “l’eleganza delle stelle“.
Con la Honiro Label – l’etichetta discografica indipendente che lo ha iniziato a produrre – avvia una bella collaborazione: il primo album intitolato “Pianeti” esce nell’ottobre 2017, raggiungendo subito il secondo posto su iTunes. In alcune canzoni il giovane artista strizza molto l’occhio a Fabrizio Moro, a volte persino ad Antonello Venditti (che ha dichiarato essere per lui due modelli importanti a cui si ispira), ma senza mai perdere di vista il suo stile molto personale, in cui la commistione di rap e pop convivono alla grande.
Ma arriviamo al febbraio scorso, febbraio 2018, perché Ultimo trionfa con il brano “Il ballo delle incertezze” nella categoria Nuove Proposte al Festival di Sanremo, dando il via ad un’ascesa senza precedenti, come non succedeva da moltissimi anni.
L’album “Peter Pan” raggiunge le vette delle classifiche, vince numerosi premi ed il tour in giro per l’Italia registra tutto esaurito in ogni città fino ad arrivare a ieri sera, la seconda tappa interamente sold out al PalaLottomatica di Roma, il palazzetto più grande della Capitale.
Migliaia di giovani e giovanissimi, armati di fascette in testa e luci che sembravano decine e decine di stelle, hanno affollato la location e scaldato l’atmosfera dall’inizio alla fine.

 Le luci si spengono all’improvviso. Subito parte il primo pezzo, “Sabbia”, ed un boato assordante fa tremare il palazzo dello sport. Ultimo sale sul palco con i suoi immancabili occhiali da sole, jeans e una T-shirt bianca semplicissima, con su scritto solo il suo nome. Braccia al cielo, pubblico in delirio ed uno show che parte con vivacità e simpatia, passando da brani come “Il capolavoro” a “Canzone stupida”.
Niccolò si mostra in tutta la sua semplicità ed umiltà, tiene il palco come se fosse sulle scene musicali da decenni ed i fan non smettono di cantare nemmeno per un secondo. “Cascare nei tuoi occhi“, “Poesia senza veli”, “Sogni appesi”, “Il ballo delle incertezze“, sono solo alcuni brani presentati live davanti agli occhi sognanti di valanghe di ragazzi, in cui la melodia ha fatto da culla a testi di una profondità a tratti disarmante.
Nell’aria c’è emozione, felicità, anche commozione, ma palpabile dall’inizio alla fine è stata l’intensità. Niccolò ha imbracciato la chitarra e regalato al pubblico delle canzoni in versione acustica, ha duettato con il rapper Mostro – uno dei più amati del momento – ma seduto al pianoforte ha tirato fuori al meglio tutta la sua anima cantautorale.
Farfalla bianca” o la cover di “Albachiara”, famosissima canzone del suo mito, hanno accompagnato poi verso la fine del concerto, che si è chiuso con la canzone che dà il titolo all’intero disco cioè “Peter pan”, che l’artista ha eseguito in maniera decisa ma calda, salutando la sua città, che lo ha accolto in un lungo abbraccio durato più di 2 ore.
Per quanto il ritmo dell’evento non sia stato altissimo per l’intero show, il tutto è stato molto bilanciato e piacevole. Ben pensato e ben pesato.
Ultimo è davvero il cantante rivelazione dell’anno, un ragazzo che dallo scrivere a casa per esigenza, ora è in grado di far rispecchiare migliaia di persone nei suoi testi e nella sua musica, arrivando addirittura a riempire i palazzetti a pochi mesi dal debutto nel “mondo dei grandi”.

Carlotta d’Agostino

FONTE SPETTACOLONEWS.COM

 
Nell’ultima trimestrale, le unità calano di poco anche se i ricavi crescono, perché il prezzo medio dei prodotti della Mela è in costante aumento. Bene anche i servizi Stampa E-mail
Venerdì 02 Novembre 2018 16:59

Ecco perché non sapremo più quanti iPhone vende Apple

 

Nel terzo trimestre del 2018, Apple ha registrato ricavi in crescita del 20% a 62,9 miliardi di dollari, con un utile netto in aumento del 32% a 14,2 miliardi di dollari. Fra luglio e settembre, Cupertino ha venduto 46,89 milioni di iPhone contro i 47,5 milioni previsti. “Siamo lieti di riportare un altro trimestre record che chiude un esercizio fiscale 2018 straordinario”, ha commentato il Ceo Tim Cook, sottolineando di “non poter essere più ottimista” sul futuro di Apple.  

Crescono anche i servizi, con 10 miliardi di dollari di fatturato, grazie all’enorme numero di utenti installati, che garantiscono entrate continue. “Abbiamo aggiunto nuovi servizi al nostro portafoglio” negli ultimi anni, ha detto Cook. “E chiaramente vogliamo continuare a offrire nuovi servizi in futuro”. Sotto questa categoria, ricordiamo, vanno iCloud, Apple Music, iTunes, App Store, ma pure Apple Pay, che porta all’azienda della Mela una piccola percentuale su ogni vendita effettuata con il sistema di pagamento touchless: e questo potrebbe contribuire a spiegare perché i ricavi dei servizi sono aumentati del 17% anno dopo anno. Un altro punto di forza delle entrate di questo rapporto è nel settore “Altri prodotti”, che comprende qui che AirPods, Apple Watch, Beats, HomePod, iPod touch e accessori.

 Debole invece l’iPad, con un calo delle unità del 6% su base annua rispetto al 2017 e un calo del 15% dei ricavi. Il modello base, vende di più del Pro, ma contribuisce meno ai profitti: forse l’annuncio di nuovi e più potenti modelli di iPad Pro questa settimana cambierà la tendenza. Le vendite dei Mac sono diminuite del 2% su base annua, mentre i ricavi sono aumentati leggermente (3%) nel 2018, dal che si deduce che i modelli Mac più costosi (e soprattutto il MacBook Pro) stanno vendendo bene.

Per il resto, Apple ha comunicato di aver venduto un totale di 1,5 miliardi di iPhone dal 2007. L’anno record è stato il 2015, con un totale di 231,22 milioni di iPhone, contro i 217,72 milioni del 2018. Forse col 2019 arriverà la prossima grande ondata di vendite, visto che molti dei possessori di iPhone hanno apparecchi vecchi di due o tre anni, e i nuovi modelli hanno design e caratteristiche sensibilmente diverse.  

I ricavi derivanti dall’iPhone sono saliti del 29% nel 2018, ma le vendite di unità sono state sostanzialmente ferme nel corso dell’anno. Se ne deduce che il prezzo medio più alto dei nuovi smartphone (passato da 793 dollari contro i 618 dollari di un anno fa) sta contribuendo significativamente ai profitti di Apple. Appare quindi abbastanza logico l’annuncio di Luca Maestri, CFO dell’azienda, il quale ha spiegato che l’azienda non condividerà più i numeri di vendita dei suoi iPhone, iPad o Mac, perché i dispositivi venduti non sono più un’indicazione attendibile della salute finanziaria di Cupertino. L’iPhone XS Max parte infatti da 1099 dollari, l’Apple Watch Series 4 da 399, il nuovo iPad Pro da 799 e il nuovo MacBook Air da 1199. Rimangono però sempre in catalogo i modelli precedenti, a prezzi decisamente più contenuti. “Le nostre offerte per tutte le principali categorie di prodotti si sono ampliate nel tempo e quindi a questo punto un’unità di vendita è meno rilevante per noi rispetto al passato perché abbiamo un ventaglio di prezzi di vendita molto più ampia”, ha detto Maestri a margine della presentazione dei dati. 

Maestri ha sottolineato poi che alcuni dei maggiori concorrenti nel settore mobile, come Google o Samsung non divulgano i dati delle vendite unitarie nei rapporti trimestrali sugli utili.  

Certamente la mossa di Apple spiazza gli analisti, che sono rimasti ancora più perplessi di fronte alle previsioni per il prossimo trimestre: Cupertino prevede infatti che i ricavi degli ultimi tre mesi dell’anno, quelli che includono il Natale, si attesteranno fra gli 89 e i 93 miliardi di dollari. Anche Amazon mette in conto un lieve calo, quindi la previsione di Apple potrebbe riflettere un diminuito entusiasmo dei consumatori, o forse in entrambi i casi influiscono le condizioni economiche generali. Intanto, a Wall Street il titolo arriva a perdere oltre il 7% facendo scivolare la capitalizzazione di mercato di Apple sotto la soglia dei 1.000 miliardi di dollari, un tetto storico che è stata la prima a battere.  

 

 

 
Un thè speciale, quindi, con attori, attrici, registi, produttori e scrittori. Stampa E-mail
Giovedì 01 Novembre 2018 15:19

Inaugurato il salotto letterario di Claudia Conte all'hotel Majestic

 

Battezzata in una sala dell’hotel Majestic, a via Veneto, culla della Dolce Vita, la prima puntata del salotto culturale dell’attrice-scrittrice Claudia Conte, per la regia di Vittorio Carfagna. Sei puntate che verranno trasmesse da varie televisioni locali.

Ma la notizia è il rifiorire nella Città Eterna del salotto culturale che vedrà, all’ora del thé, tanti vip parlare di diversi argomenti su un comodo divano.

”Ho pensato che fosse una buona idea - spiega l’ideatrice della serie - aggregare con appuntamenti fissi colleghi e amici. Un thè speciale, quindi, con attori, attrici, registi, produttori e scrittori. Si parlerà non solo di cinema e teatro, ma anche di grandi temi di attualità per conoscere più da vicino i volti tanto amati dal grande pubblico ed il loro punto di vista”.

E per il primo incontro ecco convocati lo scrittore-regista-attore Francesco Apolloni, in compagnia del simpatico cane Sancho, che introduce come sempre in modo travolgente il suo nuovo libro “Perso a Los Angeles”, in libreria da soli venti giorni. Arrivano Pamela Villoresi, in sgargiante rosso, e il regista Angelo Longoni. E quest’ultimo non è certo qui per caso, visto che la Conte girerà due corti da protagonista di cui uno, sull'alzheimer, sarà diretto proprio dal cineasta. Mentre l’altro parlerà di malattia mentale. Molto interessato alla tematiche proposte il magistrato Roberto D’Alessandro, fidanzato della salottiera padrona di casa.

Man mano sul set della trasmissione arrivano anche Ester Vinci, nel cast di Squadra Antimafia, il simpatico Alex Partexano e poi la moglie di Angelo Longoni, Eleonora Ivone, in total black. Ci sono anche Simone Montedoro e Graziano Scarabicchi, l’attore Simone Amato, il conduttore Savino Zaba, in chiodo nero, e il produttore Claudio Bucci. 

 











 
CYBERNEWS Stampa E-mail
Giovedì 01 Novembre 2018 11:25

Apple, tutte le novità

 

Arrivano i nuovi iPad Pro, MacBook Air e Mac Mini. Apple li ha presentati nel corso di un evento a New York e saranno disponibili a partire dal prossimo 7 novembre, ma sono preordinabili già da oggi. Il nuovo tablet è caratterizzato da un design con bordi ultra sottili ed è disponibile con schermo da 11'' e da 12,9'' Liquid Retina. Integra la funzione Face Id, è dotato di processore A12X Bionic e, novità tra le connessioni, l'Usb-C prende il posto del Lightining. La memoria per archiviare i dati potrà arrivare fino a 1 terabyte, è dotato di connettività Lte oltre che Wi-Fi. Tra gli accessori, Apple ha inserito la nuova Apple Pencil, che si carica in modalità wireless una volta agganciata all'Ipad, e la Smart Keyborard Folio.

Sul MacBook Air, invece, arrivano il display da 13'' con tecnologia Retina, una scocca completamente rivisitata con il 50% in meno di bordi e l'integrazione del Touch Id. Al suo interno è presente un processore Intel Core i5 di ottava generazione, mentre il comparto grafico è affidato a una Intel Graphics UHD e 2133 MHz. L'archiviazione dei dati avviene invece su Ssd che può arrivare fino a 1,5 terabyte, mentre la Ram può raggiungere fino a 16 gigabyte. Il desktop compatto Mac Mini, invece, offre prestazioni fino a 5 volte maggiori rispetto al modello precedente. Avrà la possibilità di raggiungere fino a 64 gigabyte di Ram e 2 terabyte di Ssd, mentre i processori sono un quad-core ed esa-core di 8a generazione con Turbo Boost Speed fino a 4,6GHz, grafica Intel UHD il 60% più veloce della versione precedente. Completano la dotazione 4 porte Thunderbolt 3 per connettere anche display 4K e 5K, il Security Chip Apple T2 e l'opzione Ethernet fino a 10GB.

Infine, Apple ha annunciato la scheda grafica Radeon Pro Vega anche per MacBook Pro, che permette prestazioni grafiche, video 3D e di editing fino al 60% più veloci delle altre schede proposte per il portatile.

 

FONTE ADNKRONOS.COM

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 1825

Notizie Flash

Parsons Green: London Tube blast treated as terror incident

 

Passengers were injured following the blast at 08:20 BST (07:20 GMT) at Parsons Green station in Fulham.

Pictures show a white bucket on fire inside a supermarket bag, but do not appear to show extensive damage to the inside of the Tube train carriage.

The Metropolitan Police said it was too early to confirm the cause of the fire and the station has been cordoned off.

BBC security correspondent Frank Gardner said it was too early to say who caused the explosion.

Witnesses have described seeing at least one passenger with facial injuries.

Others have spoken of "panic" as alarmed passengers left the train at Parsons Green station.

London Ambulance Service says it sent a hazardous area response team to the scene.

 

source bbc.co.uk

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information