Ulti Clocks content

Login



Studia gli utenti online del target scelto, poi scrive come loro e predice l’efficienza dei testi pubblicitari: le aziende ottengono il massimo, risparmiando. Tra le società che usano il software anche Moleskine Stampa E-mail
Giovedì 01 Novembre 2018 09:18

Da Torino ecco GhostWriter, l’intelligenza artificiale che fa vendere di più

 

A Torino è stato sviluppato un software che sfrutta l’intelligenza artificiale per migliorare le strategie di marketing online. Si chiama GhostWriter, ed è stato creato da Ester Liquori e Mauro Bennici, che, grazie al machine learning, un motore semantico (italiano e inglese), e un algoritmo ad hoc brevettato, individua il pubblico, gli interessi e le parole più adatte per ottenere il massimo coinvolgimento dei clienti.  

Tutto ciò serve a massimizzare i profitti, e diminuire i costi per le aziende, poiché non hanno più bisogno di lunghi e continui test per capire quale tipo di contenuto avrà maggiori possibilità di trasformare gli utenti online in clienti. 

Gli sviluppatori assicurano che il software è molto semplice da utilizzare anche per chi non s’intende di codice, nonostante sfrutti le più moderne tecnologie informatiche, come il deep learning, la Natural Language Processing (NLP), l’analisi di clustering e l’elaborazione di grandi quantità di dati. GhostWriter è frutto di oltre 4 anni di ricerca, e di collaborazioni con aziende come Intel e Nvidia, conquistando clienti come Moleskine e Dynameet. 

COME FUNZIONA  

GhostWriter offre il servizio Look-A-Like, che si collega a una fonte di dati (pubblici) degli utenti da raggiungere, come ad esempio i profili social. Dal pannello di controllo si passa al concepire i nuovi testi, redatti dall’intelligenza artificiale, che studia come gli utenti scrivono e interagiscono. Infine, i testi creati vengono sottoposti al software per ottenere una predizione su quanti leggeranno i contenuti, e quali reazioni si otterranno dalla lettura. 

Per esempio, il servizio è in grado di capire se il pubblico potenziale potrà comprendere la parola «fin tech», o se potrebbe essere più utileo usare l’espressione «nuova finanza». L’obiettivo è dunque creare testi che portino l’utente a interagire, leggendo l’articolo, condividendolo, e compiere altre azioni come ad esempio l’acquisto di prodotti, o l’iscrizione a servizi.

 
La Liguria chiede lo stato di emergenza. Allerta anche in Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Umbria, Campania, Abruzzo e Molise. Neve in Valle d’Aosta Stampa E-mail
Giovedì 01 Novembre 2018 09:27

Maltempo, nuova perturbazione al Nord. Allerta rossa in Veneto, arancione su gran parte dell’Italia

 

 Non c’è tregua ed è ancora emergenza maltempo. Piegata e ferita in questi giorni dal maltempo, l’Italia è nuovamente minacciata dall’arrivo di una nuova perturbazione al Nord. L’avviso meteo della Protezione civile indica allerta rossa per il Veneto e temporali da allerta arancione su Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Umbria, Campania, Liguria e sui settori occidentali di Abruzzo e Molise. Ci saranno rovesci di forte intensità, fulmini, grandinate e forti raffiche di vento di burrasca su Liguria, Toscana, coste del Lazio e Campani. Abbondanti nevicate in Valle d’Aosta. L’ufficio neve e valanghe prevede che si accumuleranno quantitativi tra i 50 centimetri e il metro. Le precipitazioni saranno più intense nella zona sud-orientale della regione.

FONTE LASTAMPA.IT

 
Valuta popolare ma volatile, sua produzione è energivora Stampa E-mail
Mercoledì 31 Ottobre 2018 16:34

Il Bitcoin ha 10 anni, il manifesto ideatore fu pubblicato nel 2008

 Il bitcoin ha dieci anni. Fu infatti pubblicato il 31 ottobre 2008 il manifesto di Satoshi Nakamoto, considerato l'ideatore della criptomoneta, di cui non si è mai scoperta l'identità. Questo decennio non solo ha visto la crescita in popolarità e anche volatilità del bitcoin e di altre valute digitali, ma pure l'ascesa della blockckain, il sistema della catena dei blocchi usato per la produzione. Uno standard tecnologico ora impiegato per il tracciamento di settori più disparati, dai farmaci al cibo.

Il 31 ottobre di dieci anni fa su internet comparve per la prima volta il termine Bitcoin, grazie alla pubblicazione di quella che sarebbe diventata la bibbia delle criptovalute: il whitepaper "Bitcoin: un sistema di moneta elettronica peer-to-peer". A firmarlo Satoshi Nakamoto, pseudonimo giapponese dietro cui si cela il presunto creatore della moneta che ha scompaginato le regole del mercato bancario. Non è un caso che quel 31 ottobre 2008 capitò solo poche settimane dopo il crollo della quarta banca d'investimento più grossa degli Stati Uniti, la Lehman Brothers. Il 3 gennaio 2009 furono 'minati', cioè prodotti i primi 50 bitcoin; il 5 ottobre dello stesso anno 1 bitcoin valeva 1.309 dollari, valore che il 17 dicembre 2017 ha sfiorato i 20mila dollari. Il 22 maggio 2010 c'è il primo acquisto con la moneta: due pizze con 10mila bitcoin. Il 31 ottobre 2015 il bitcoin è sulla copertina dell'Economist. Il 5 dicembre 2013 la valuta digitale diventa illegale in Cina.

La produzione del Bitcoin e' cosi' energivora che uno studio recente ha calcolato che potrebbe spingere l'innalzamento della temperatura globale a 2 gradi centigradi nel giro di 15 anni, superando quindi il limite fissato a livello internazionale dall'accordo di Parigi sul clima. 

 

FONTE ANSA.IT  

 
l Presidente della Repubblica ha rinnovato il suo sostegno alla ricerca sul cancro aprendo ufficialmente I Giorni della Ricerca al Palazzo del Quirinale. Stampa E-mail
Martedì 30 Ottobre 2018 21:25

Dal Quirinale il via a I Giorni della Ricerca

 

Davanti ai rappresentanti delle Istituzioni, delle Autorità e a una platea di centinaia di donne e uomini di scienza e di sostenitori della ricerca, il Sottosegretario di Stato alla Salute Armando Bartolazzi, il Presidente AIRC e FIRC Pier Giuseppe Torrani, il Direttore Scientifico AIRC Federico Caligaris-Cappio e la dottoressa Elisa Giovannetti, ricercatrice presso il Dipartimento di Ricerca Traslazionale e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia, Università di Pisa, hanno presentato al Presidente Sergio Mattarella i risultati di un anno di impegno sul fronte della ricerca oncologica e hanno sottolineato l’importanza per la comunità scientifica di innovare e fare rete a livello nazionale e internazionale, perché se il cancro non conosce confini neppure la ricerca li deve conoscere. 

La ricerca è una porta che apre il futuro

Il Presidente della Repubblica ha ribadito la sua vicinanza e il suo appoggio, e ha comunicato la fiducia che tutto il Paese ripone nella ricerca scientifica, nei suoi risultati e nella possibilità di migliorare la vita dei cittadini. L’Italia guarda con speranza ai progressi nella prevenzione e cura del cancro e, attraverso le parole del Presidente Mattarella, augura il massimo successo agli scienziati che ogni giorno lavorano per trovare nuove soluzioni e strategie per combattere la malattia.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 1825

Notizie Flash

AIUTO

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information