Ulti Clocks content

Login



Il meccanismo serve a evitare incidenti durante i raid Usa su Isis e Al Qaeda. Le difese missilistiche russe probabilmente “spente” durante il blitz di stanotte Stampa E-mail
Venerdì 07 Aprile 2017 22:20

La Russia: stop al coordinamento con gli aerei americani in Siria

 

 Dopo il raid sulla base siriana di Shayrat la Russia ha annunciato il suo “ritiro” dal meccanismo di coordinamento che serve a evitare incidenti con gli aerei americani che compiono bombardamenti sui gruppi jihadisti. Il meccanismo, scambio di informazioni in un centro ad Amman, era stato istituito dopo l’intervento di Mosca in Siria del settembre 2015.

I russi ha dispiegato una massiccia flotta di caccia e cacciabombardieri e il meccanismo serve a evitare che si “ingaggino” a vicenda durante missioni ravvicinate. Ma serve soprattutto a evitare che i sistemi anti-aerei russi, i potenti S400 e S300, mettano nel mirino gli aerei statunitensi. Questi sistemi individuano automaticamente tutti gli aerei della Nato come “nemici” e li “puntano”. Il meccanismo serve anche a bloccare questi automatismi. 

 Il raid di questa notte è stato condotto da missili Cruise Tomahawk, in teoria intercettabili dai sistemi S-300 che coprono tutto lo spazio aereo siriano e oltre. Sono stati spenti dopo che la Casa Bianca aveva avvertito il Cremlino del blitz imminente. Non è chiaro invece se i meno potenti Sm-6 di difesa ravvicinati della base abbiano reagito, ma alcune foto diffuse da media filo-russi li mostrano intatti. Se così fosse vuole dire che il raid non voleva essere troppo devastante ed è stato calibrato per lasciare margini di trattativa sia ad Assad che a Putin.

 fonte g.stabile lastampa.it

 
Premier svedese Lofven parla di attacco terroristico. Polizia ferma un uomo sospettato di essere l'autore della strage Stampa E-mail
Venerdì 07 Aprile 2017 17:24

Stoccolma, camion semina il terrore sulla folla. Almeno cinque i morti

 (Teleborsa) - Emergono nuovi raccapricciante dettagli sul camion che nelle prime ore del pomeriggio ha seminato il terrore nel centro di Stoccolma.

L'automezzo si è lanciato contro la folla in una delle via centrali della città all'incrocio con Drottninggatan (strada della regina): la strada pedonale più famosa e frequentata della capitale svedese.

Il camion dopo la folle corsa si è schiantato contro le vetrine di un negozio in un centro commerciale. Stando ai media locali, ci sarebbero almeno cinque morti e alcuni feriti. Intanto, il Premier svedese, Stefan Lofven ha dichiarato: "E' un attacco terroristico".

Dunque i terroristi si servono ancora una volta di un mezzo pesante per seminare il terrore, come già accaduto a Nizza, a Berlino mentre a Londra a lanciarsi sulla folla è stata un'auto.

La polizia che ritiene si tratti di "un attacco deliberato", avrebbe fermato un uomo, sospettato dell'attentato.
 
Intorno alle ore 15 l'automezzo si è schiantato contro un centro commerciale nel centro della capitale svedese. Reporter: "Ho visto cinque morti". Nei minuti successivi, la polizia ha detto di aver ricevuto chiamate dalla persona alla guida. Stampa E-mail
Venerdì 07 Aprile 2017 17:18

Stoccolma, camion rubato lanciato sulla folla. Polizia: almeno tre vittime, otto feriti. Premier: "Attentato". Polizia: "Terrorista in fuga"

 Smentito un arresto, diffuse foto di un uomo con cappuccio. Sigillato il Parlamento, chiusa la metropolitana, evacuata la stazione centrale 

 STOCCOLMA dopo Londra. Stoccolma come Berlino e Nizza. Intorno alle ore 15 un camion, che dalle prime informazioni risulta rubato, è stato lanciato contro i pedoni nel centro di Stoccolma, andando poi a schiantarsi contro un negozio di un centro commerciale all'incrocio con Drottninggatan, affollata strada pedonale della capitale svedese. Almeno tre le vittime confermate e otto i feriti, bilancio che la stessa polizia definisce provvisorio. Mentre un reporter della radio pubblica Ekot riferisce di aver visto almeno cinque persone morte.

Per il primo ministro svedese Stefan Lofven, "tutto indica che si è trattato di un attentato. La Svezia è stata attaccata con un terribile atto terroristico". Nina Odermalm Schei, portavoce del Sapo, l'intelligence svedese: "Ci sono morti e molti feriti. Il Sapo sta cercando l'autore, o gli autori dell'attentato". In un breve messaggio alla nazione, il re Carlo XVI Gustavo di Svezia fa sapere che la famiglia reale ha accolto con "sgomento" la notizia dell'attentato e invia le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

 
The US has carried out a missile strike against a Syrian air base in response to a suspected chemical weapons attack on a rebel-held town. Stampa E-mail
Venerdì 07 Aprile 2017 08:45

Syria war: US launches missile strikes in response to chemical 'attack'

  Tomahawk cruise missiles were fired from two US Navy ships in the Mediterranean. Six people were killed, the Syrian army said.

It is the first direct US military action against forces commanded by Syria's president.

The Kremlin, which backs Bashar al-Assad, has condemned the strike.

Dmitry Peskov, spokesman for Russian President Vladimir Putin, called it "an act of aggression against a sovereign nation".

source bbc.co.uk

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 1627

Notizie Flash

E' senz'altro la patria delle tecnologie piu' avanzate, ma stavolta il Giappone promette di stupire anche i meno entusiastici in fatto di hi-tech. In terra nipponica spopolano infatti le suonerie terapeutiche, vere e proprie cure, almeno a detta di chi le ha messe a punto, per alleviare acciacchi e malanni.
Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information