Ulti Clocks content

Login



Scende anche il carrello della spesa Stampa E-mail
Lunedì 31 Luglio 2017 12:31

Italia, frena ancora l'inflazione a luglio

 Frena ancora l'inflazione tendenziale nel mese di luglio. Secondo le stime preliminari dell'Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% su base mensile e dell’1,1% rispetto a luglio 2016 (era +1,2% a giugno).

L’ulteriore rallentamento dell’inflazione, che conferma le tendenze registrate nei due mesi precedenti, è ascrivibile per lo più ai prezzi dei Beni energetici, sia regolamentati (+5,1% da +6,2% di giugno) sia non regolamentati (+2,1% da +2,9%) e a quelli dei Servizi relativi ai trasporti (+3,2% da +4,1% del mese precedente), cui si aggiunge la flessione dei prezzi dei Servizi relativi alle comunicazioni (-1,3% da +0,1%).

L’”inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, scende di un decimo di punto percentuale (+0,8% da +0,9% di giugno), mentre quella al netto dei soli Beni energetici si attesta allo 0,9% (come nel mese precedente).

Il lieve incremento su base mensile dell’indice generale è dovuto al prevalere degli aumenti, determinati anche da fattori stagionali, dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+1,6%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,8%), rispetto alle diminuzioni registrate dai prezzi dei Beni alimentari (-0,7%) e dei Beni energetici (-1%).

Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) diminuisce dell’1,9% su base mensile, per l’avvio dei saldi estivi di Abbigliamento e calzature di cui il NIC non tiene conto, e cresce dell’1,2% su base annua (come nel mese precedente).

Su base annua rallenta la crescita dei prezzi sia dei beni (+0,8% da +0,9% di giugno) sia dei servizi (+1,3% da +1,5%) Di conseguenza, a luglio il differenziale inflazionistico tra servizi e beni si conferma positivo e pari a +0,5 punti percentuali.

L’inflazione acquisita per il 2017 è pari a +1,2% per l’indice generale e +0,8% per la componente di fondo.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona calano dello 0,6% su base mensile e aumentano dello 0,8% su base annua (era +0,7% a giugno).

I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto scendono dello 0,4% in termini congiunturali e aumentano dello 0,9% in termini tendenziali (come nel mese precedente).

 

fonte teleborsa.it

 
L'azzurro si conferma il più forte nella gara più lunga, vinto il duello con l'ucraino Romanchuk. ''Ha vinto l'intelligenza''. Bronzo per Horton Stampa E-mail
Domenica 30 Luglio 2017 23:55

Paltrinieri re del mondo nei 1500 stile libero

 (Afp)

 Italia ancora sul podio ai Mondiali di nuoto a Budapest. Gregorio Paltrinieri ha vinto l'oro nei 1.500 stile libero, con un tempo di 14.35.85, precedendo l'ucraino Mykhailo Romanchuk, con 14.37.14. Il bronzo è andato all'australiano Mack Horton, terzo con un distacco di oltre dieci secondi. Quarto a Budapest nei 1500 sl l'altro azzurro, Gabriele Detti, con il tempo di 14'52''07.

 
Problemi anche per la sicurezza: la fuga in emergenza sta diventando sempre più difficile Stampa E-mail
Domenica 30 Luglio 2017 15:39

Così le compagnie aeree continuano a restringere lo spazio dei sedili

 

La Federal Aviation Administration, l’ente più autorevole al mondo in fatto di sicurezza dei voli, potrebbe decidere presto di fermare una volta per tutte la tendenza a trasformare gli aerei in carri bestiame, stipando i passeggeri in sedili sempre più stretti. Il Flyers Rights, un’associazione della Florida che si batte per i diritti dei viaggiatori, ha ottenuto da una corte d’appello di imporre alla Faa di rivedere una sua recente decisione in materia, nella quale le misure ammesse per i sedili era valutata solo sulla base del comfort del passeggero e non sui pericoli che il ridotto spazio tra una fila e l’altra rappresenta per la salute e per la sicurezza.  

 

Il Flyers Rights, che conta già 60 mila sostenitori esasperati dalla mancanza di spazio a bordo dei velivoli, ritiene che la riduzione nelle dimensioni dei sedili e nella distanza tra una fila e l’altra abbia raggiunto un livello non più accettabile. «Le compagnie aeree - ha detto Paul Hudson, presidente dell’associazione - stanno riducendo in modo aggressivo lo spazio per le gambe, con evidenti rischi per la sicurezza in caso di evacuazione d’emergenza e per la salute dei passeggeri, senza contare la mancanza di comfort e l’aumento dei conflitti in cabina».  

 

La distanza fra un sedile e l’altro è ormai così ridotta che a bordo si verificano spesso litigi tra i passeggeri, anche a causa di un nuovo dispositivo tascabile, inventato da una esacerbata «frequent flyer» di Washington, che impedisce allo schienale di fronte di essere abbassato. Il «Knee defender» (difensore delle ginocchia) costa solo 21 dollari ed è diventato popolare, ma alcuni aerei sono stati costretti ad atterraggi di emergenza per gli scontri che ha causato a bordo tra chi voleva trovare un po’ più di spazio per sé reclinando il sedile e chi voleva salvare le proprie ginocchia dall’invadenza altrui.  

 

Le compagnie cercano di rimediare bloccando la possibilità di abbassare lo schienale: Ryanair è stata la prima a farlo e Monarch Airlines è al momento l’ultima, ma questo non ridurrà il senso di claustrofobia che si avverte in ogni viaggio aereo. Secondo i dati forniti da Flyers Rights, la larghezza media dei sedili era di 47 centimetri 10 anni fa e si è ora ridotta a 43. La distanza tra uno schienale e l’altro ha toccato il record minimo con i 71 centimetri della compagnia low cost Spirit Airlines e il trend non sembra arrestarsi. La United Airlines progetta di aggiungere un nuovo posto per ogni fila, portando i sedili da 9 a 10 in modo da poter stipare a bordo 100 passeggeri in più, come se fosse merce alla quale non si deve alcun rispetto. American Airlines voleva ridurre a 74 centimetri lo spazio tra un sedile e l’altro nelle ultime file dei Boeing 737 per realizzare davanti sedili più spaziosi da vendere a prezzo più caro, ma è stata bloccata dalle proteste dei passeggeri e degli assistenti di volo, anche loro vittime dell’eccesso di affollamento degli aerei.  

 

Nell’emettere la sentenza sul ricorso di Flyers Rights uno dei tre giudici della corte d’appello, Patricia Miller, lo ha definito «il caso dell’incredibile restringimento dei sedili degli aerei» e ha aggiunto: «Come tutti abbiamo notato, lo spazio tra i sedili è sempre più ristretto, mentre gli americani sono sempre più grossi». La Faa dovrà ora pronunciarsi entro il 26 febbraio 2018 e la decisione potrebbe ridare ai viaggi in aereo un po’ del piacere perduto. La decisione riguarderà solo le leggi americane, ma avrà ovviamente ripercussioni in tutto il mondo. Lo spazio disponibile, in media circa 75 centimetri per 43 a persona, è già inferiore a quello stabilito dalla Ue per il trasporto del bestiame e bisogna impedire che scenda ancora, restituendo ai passeggeri un po’ di comfort e di dignità. 

 

fonte vittorio sabadin lastampa.it

 
In risposta diretta agli ultimi test missilistici di Pyongyang. Trump: Cina mi ha deluso Stampa E-mail
Domenica 30 Luglio 2017 12:40

Corea del Nord, due bombardieri Usa sorvolano la penisola coreana

 Due bombardieri B-1B dell'aeronautica militare degli Stati Uniti (Usaf) hanno sorvolato ieri la penisola coreana in "risposta diretta" ai recenti test missilistici nordcoreani.
I B-1B sono partiti da una base aerea statunitense a Guam e hanno volato a bassa quota sopra una base aerea della Corea del Sud affiancati da jets giapponesi e sudcoreani.
"La Corea del Nord resta la minaccia più urgente per la stabilità regionale", dichiara il comandante delle Forze aeree del Pacifico (Pacaf), il generale Terrence J. O'Shaughnessy. "Se siamo chiamati, siamo pronti a rispondere con forza rapida, letale e travolgente nel momento e nel luogo di nostra scelta".

Trump contro la Cina, sono deluso  - Donald Trump si scaglia contro la Cina: ''Sono molto deluso. I nostri leaders passati hanno concesso'' a Pechino ''di realizzare miliardi di dollari l'anno con gli scambi commerciali'' e Pechino ''non fa niente per noi con la Corea del Nord. Non consentiremo piu' che questo vada avanti. La Cina potrebbe risolvere facilmente il problema''.

 

fonte ansa.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 1684

Notizie Flash

Asino volante.

 

Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information