Ulti Clocks content

Login



l bilancio è pesantissimo: ci sono anche decine di feriti. Due bambini in gravi condizioni dopo essere stati investiti da una moto a Frouard Stampa E-mail
Lunedì 16 Luglio 2018 07:56

Francia, feste e incidenti durante la notte: due morti

 Festeggiamenti e disordini, con conseguenze anche gravi: la Francia ha vissuto così la prima notte da campione del mondo. Il bilancio è pesantissimo: due morti, decine di feriti - tra cui due bambini - e arresti. Gli episodi più gravi si sono verificati ad Annecy, dove un 50enne ha perso la vita dopo essersi tuffato in un canale dove l'acqua però era poco profonda, e a Saint-Felix. Qui, incidente in auto fatale a un uomo che stava celebrando la vittoria dei Bleus. Due bambini di 3 e 6 anni sono invece in gravi condizioni dopo essere stati investiti da una moto a Frouard. A Parigi, 30 giovani sono stati fermati per saccheggiamenti e scontri con la polizia, costretta a utilizzare gas lacrimogeni sugli Champs-Elysees.

 A Lione, l'atmosfera si è surriscaldata nella tarda serata dopo che a Place Bellecour in 20mila avevano assistito sui maxischermi al trionfo degli uomini di Deschamps sulla Croazia. A Marsiglia, nella zona del Porto, sono stati "sparati numeri proiettili e alcuni componenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti: dieci arrestati", ha spiegato la polizia. (ha collaborato Italpress)

 

FONTE CORRIEREDELLOSPORT.IT

FOTO  (©AFP/Ludovic MARIN)

 
20 ans après le sacre de 1998, les Bleus inscrivent une deuxième étoile sur leur maillot. Les hommes de Didier Deschamps ont battu, ce dimanche en finale, une valeureuse équipe de Croatie (4-2). Stampa E-mail
Domenica 15 Luglio 2018 16:42

Coup de sifflet final

L'équipe de France remporte la Coupe du Monde 2018, la deuxième de son histoire, 20 ans après sa première étoile décrochée en 1998. Les Bleus de Didier Deschamps ont été exemplaires de solidarité et d'efficacité face à de redoutables et valeureux Croates. La France est sur le toit du monde !

 
IL PORTOGALLO QUARTO IN CLASSIFICA DAVANTI LA DANIMARCA !!! Stampa E-mail
Sabato 14 Luglio 2018 13:07

Qual è il Paese più pacifico del mondo?

 

Nel 2017 il mondo è diventato un po’ meno pacifico dell’anno precedente ed è la quarta volta consecutiva che succede, secondo l’ultimo rapporto del Global Peace Index . L’indice è calcolato dal centro di ricerca internazionale Institute for Economics and Peace e tenta di verificare la situazione a livello dell’intero pianeta e dei singoli Stati. È un indicatore basato non solo sull’esistenza di una vera e propria situazione di conflitto con un altro Stato o di una guerra civile interna, ma anche su altri parametri. Se uno Stato sia più o meno pacifico e se faccia o meno progressi rispetto all’anno precedente dipende anche dagli omicidi e dai crimini violenti in generale che si registrano al suo interno, dalle relazioni che ha con gli altri Paesi, dalle spese militari e da altri 20 indicatori che vengono raggruppati in tre categorie: sicurezza, conflitti in corso, militarizzazione. 

La richiesta di aumentare le spese militari dei Paesi della Nato avanzata dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, se venisse accolta, farebbe perdere punti in questo indice.  

Gli Stati Uniti (che hanno spese militari attorno al 3,5% del Pil) sono al 121esimo posto su 163 Stati presi in considerazione, collocati tra l’Armenia e la Birmania, a un livello di pacificità definito “medio”

Il Paese più pacifico del mondo risulta essere l’Islanda, che mantiene questo primato da dieci anni, seguita da Nuova Zelanda, Austria, Portogallo e Danimarca.

L’Italia si trova al 38esimo, con un punteggio che viene definito di alta pacificità.

All’ultimo posto si trova da cinque anni ormai la Siria, preceduta da Afghanistan, Sud Sudan, Iraq, Somalia, Yemen e Libia. Anche Russia e Ucraina, Corea del Nord e Turchia, Pakistan e Nigeria sono nella lista dei Paesi meno pacifici del pianeta. La situazione è peggiorata in 92 Stati e migliorata solo in 71. 

In generale, l’Europa resta l’area del mondo meno conflittuale (Medio Oriente e Nord Africa resta invece l’area più conflittuale), ma anche nel nostro Continente le cose sono andate peggio nel 2017 per il terzo anno consecutivo. 

La pace rende dal punto di vista economico. I Paesi più pacifici hanno fatto registrare tassi di crescita del Prodotto interno lordo tre volte superiori rispetto a quelli meno pacifici negli ultimi settant’anni. E il reddito pro capite delle nazioni in cui la situazione è migliorata è cresciuto sette volte di più rispetto a quelli in cui è peggiorata.

 

FONTE  Paolo MaglioccoLASTAMPA.IT

 
Sono i neutrini cosmici, messaggeri della nuova astronomia. L'annuncio in diretta Stampa E-mail
Venerdì 13 Luglio 2018 08:18

In un buco nero la sorgente dei fantasmi dell'universo

 

 Rappresentazione artistica di un nucleo galattico attivo. Il buco nero al centro del disco scaglia getti di materia nello spazio (fonte: DESY, Science Communication Lab)

Un blazar, ossia una galassia con al centro un enorme buco nero, è la prima sorgente mai vista dei fantasmi dell'universo, i neutrini cosmici. Sono questi i nuovi messaggeri dell'astronomia, insieme alla luce e alle onde gravitazionali sono stati visti in Antartide dall'esperimento IceCube, che ha allertato il telescopio Fermi della Nasa e altri 15 esperimenti tutti hanno visto il blazar. Alla scoperta, annunciata in Usa, l'Italia partecipa con la sua Agenzia Spaziale (Asi), Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e molte università. Importante il ruolo dell'Osservatorio Europeo Australe (Eso)

 E' un altro importante passo in avanti nella nuova astronomia, quella multi-messaggero basata su segnali di tipo diverso e inaugurata nel 2017 con l’osservazione della luce e delle onde gravitazionali generate dalla collisione di due stelle di neutroni. Quei segnali erano stati catturati dai rivelatori di onde gravitazionali Ligo e Virgo e da 70 telescopi.La scoperta è pubblicata in una serie di articoli sulle riviste Science e Monthly Notices of the Royal Astronomical Society e Astrophysical Journal Letters. Come era accaduto nel 2017, anche questa scoperta è stata corale e fornisce solidi indizi per riuscire a spiegare uno dei misteri dell'astronomia, ossia l'origine dei raggi cosmici di altissima energia.

 I neutrini sono considerati finora particelle fantasma perché interagiscono molto debolmente con la materia, attraversandola senza lasciare traccia. La fonte appena scoperta è un rarissimo corpo celeste, un blazar indicato con la sigla TXS 0506+056: questa galassia attiva con un buco nero supermassiccio al centro si trova a 4,5 miliardi di anni luce dalla Terra, in direzione della costellazione di Orione.Il segnale, chiamato IC-170922A, era stato catturato dai rivelatori nelle profondità dei ghiacci dell'Antartide. Finora le uniche due fonti note erano il Sole e una supernova molto vicina.

 

 Quella appena scoperta è quindi la prima fonte di neutrini non stellare. Non appena ricevuto l'allerta dall'esperto IceCube, lo strumento Lat del telescopio Fermi ha diramato un ATel, ossia un Telegramma Astronomico che ha permesso a tutti gli altri 14 esperimenti di puntare la sorgente.

Le prime conferme sono arrivate dal satellite italiano Agile, realizzato dall'Asi con il contributo di Inaf e Infn e dai telescopi Magic, dell'osservatorio di La Palma alle Canarie, realizzati con in contributo di Inaf e Infn.

 

FONTE ANSA.IT

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 1794

Notizie Flash

E siamo ai confetti. Non proprio all’altare di Monterosso, sebbene la speranza sia l’ultima a morire e palpiti sommessamente sotto l’ala protettrice dei riti alternativi.
Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information