Ulti Clocks content

Login



L'accusa della presidente della Provincia Pezzopane "Sono interessati soprattutto alle telecamere" Stampa E-mail
Giovedì 09 Aprile 2009 07:51

"Dieci ministri in tre giorni a L'Aquila
vengono perché ci sono le elezioni europee"

di GIUSEPPE CAPORALE

fonte repubblica.it


alt

Stefania Pezzopane Presidente della Provincia dell'Aquila

L'AQUILA - "Dieci ministri in tre giorni. Incredibile, adesso finalmente si ricordano di noi...". E' su tutte le furie Stefania Pezzopane, presidente della Provincia de l'Aquila (in quota Pd). E' da poco finita l'ultima visita istituzionale del giorno, qui nella terra ferita a morte dal sisma. E due ore dopo il premier Silvio Berlusconi, si materializzano anche il leader della Lega Umberto Bossi, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e quello per la Semplificazione Roberto Calderoni. Questi ultimi, venuti per una "visita al centro di coordinamento dei soccorsi all'Aquila". Con l'ennesimo spiegamento di uomini e mezzi per accogliere le autorità.

"Permettetemi di essere perplessa su questo modo di agire. Sono contenta che il governo si interessi così tanto alla nostra tragedia, ma se si viene qui, e si vuole rendere un servizio davvero utile alla comunità, occorre dialogare con il territorio. Ascoltare. Non mi sembra che stia accadendo questo. Anzi, alcuni comportamenti mi hanno davvero sorpreso... E lo dico anche agli amici dell'opposizione: certe visite sono utili solo se si affrontano problemi concreti".
Fra gli esponenti del centrosinistra arrivati in Abruzzo ci sono stati i governatori Marrazzo ed Errani ma anche Di Pietro e il presidente della provincia di Roma Zingaretti.

La presidente racconta di quanto visto da lei ad Onna, nel luogo simbolo della tragedia. "Ero lì per verificare l'arrivo del tir con i bagni chimici per soccorrere la popolazione.
Davanti ai miei occhi si è materializzato il ministero dell'Agricoltura, Antonio Zaia - racconta la Pezzopane - è sceso da un elicottero ed è corso subito davanti alle telecamere della Rai.
Non si è nemmeno voltato a guardare i luoghi della tragedia. Forse lo avrà fatto dopo. Non vorrei che si utilizzasse questa vicenda come una vetrina per le Europee".
L'elenco dei ministri in visita al terremoto è lungo. Due le puntate del ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi "con lo scopo di esaminare lo stato dei bisogni socio-sanitari-assistenziali".

Il ministro delle Pari Opportunità, Mara Carfagna ha fatto visita alla tendopoli allestita in Piazza d'Armi (che ospita oltre mille persone) per "incontrare i bambini sfollati con i genitori nel campo".
 
Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, è giunto a L'Aquila per "constatare personalmente la situazione e incontrare i vertici degli uffici giudiziari a seguito della chiusura del tribunale".
 
Il ministro dell'Interno, Maroni, ha visitato il Comitato operativo della Protezione Civile.
 
Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, si è recato nelle altre zone colpite dal terremoto e alla scuola sottufficiali della Guardia di Finanza dell'Aquila.
 
Il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, è venuta in visita a Villa Sant'Angelo (uno dei paesi abruzzesi maggiormente colpiti dal terremoto) per annunciare l'apertura di un conto corrente con Mtv per raccogliere fondi, "un'iniziativa per coinvolgere i giovani nella ricostruzione".
 
Anche il ministro per l'Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, si è recato a L'Aquila per "verificare di persona la drammatica situazione che sta vivendo la popolazioni locale". Oggi arriva la Gelmini.

 

 

 
Terzo giorno dalla tragedia Stampa E-mail
Mercoledì 08 Aprile 2009 10:14

 

 

Altre scosse nella notte all'Aquila
Le vittime sono 272, funerali venerdì
BenedettoXVI: "Andrò in Abruzzo"

 

 

La più forte, stamane alle 6.25, meno intensa di quella (5,3 Richter) di ieri sera. I dispersi sono alcune decine: "Venti, trenta" dicono i pompieri. Undici i corpi non ancora identificati. Notte di angoscia e di freddo. La temperatura è calata di 4-5 gradi. Alle esequie sarà presente Napolitano. Visita di Benedetto XVI alle popolazioni terremotate nella seconda metà del mese. Il ministro dell'Interno: "Domenica sospenderemo le ricerche dei dispersi"


12:09 Berlusconi in volo per L'Aquila

Il premier Silvio Berlusconi è partito da Roma per L'Aquila. Ritornerà in Abruzzo venerdì per i funerali

12:07 Primo funerale oggi a Raiano

Si svolgerà oggi pomeriggio a Raiano (L'Aquila) il primo funerale di una delle vittime del terremoto, Carmelina Iovine, 22 anni. La ragazza - studentessa universitaria, si era laureata nel novembre scorso in psicologia e stava frequentando il corso di specializzazione - è rimasta sotto le macerie in una casa presa in affitto. I funerali si svolgeranno all'aperto, in piazzale sant'Onofrio, perchè tutte le chiese di Raiano sono state dichiarate inagibili. I genitori della ragazza sono originari di Pratola Peligna, la madre insegnante, mentre il padre fa il barbiere a Raiano

12:01 Totti: "Il mondo del calcio farà la sua parte"

Francesco Totti, capitano della Roma, si è detto "sicuro che il mondo del calcio farà la sua parte" nella gara di solidarietà alle popolazioni terremotate

11:56 Vigili del Fuoco: "Mancano all'appello 20-30 persone"

Il capo dei vigili del fuoco Antonio Gambardella ha detto: "Restano da recuperare 20-30 persone che mancano all'appello. Quattro-cinque persone sono probabilmente nei sotterranei della Casa dello Studente crollata a L'Aquila. E' un edificio molto pericoloso per i soccorritori e stiamo cercando di demolirlo pezzo per pezzo"

11:54 Maroni: "Cercheremo superstiti fino a domenica"

Il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha detto: "Continueremo la ricerca dei superstiti sotto le macerie fino a domenica. Poi si procederà alla messa in sicurezza degli edifici e inizierà il lavoro di ricostruzione"

11:48 Il Papa in Abruzzo nella seconda metà del mese

In udienza generale, Benedetto XVI ha detto: "Esprimo la visinanza spirituale alla comunità dell'Aquila duramente colpita dal terremoto. Condivido la pena e le preoccupazioni di quella cara popolazione. Appena possibile spero di venire a trovarvi". Secondo voci accreditate la visita papale potrebbe avvenire nella seconda metà del mese

11:43 Coldiretti: "Quattrocento aziende agricole danneggiate"

La Coldiretti stima che almeno 400 sono le aziende agricole danneggiate, ortofrutticole, agriturismi, ma sono soprattutto gli allevamenti da latte ad essere colpiti dal sisma con difficolta' per l'approvvigionamento di fieno e mangimi per l'alimentazione del bestiame e le consegne di latte

11:40 Oltre 17mila assistiti dalla Protezione civile

Oltre 17.000 le persone che hanno ricevuto assistenza dal personale della Protezione civile nelle tendopoli. Sono state allestito nelle tendopoli 24 cucine da campo: alcune di queste sono in grado di fornire fino a 5.000 pasti l'ora. L'attivita' delle cucine da campo è stata affiancata ieri, da servizi di catering che hanno fornito più di 15.000 pasti

11:38 Benedetto XVI: "Appena possibile spero di venire a trovarvi"

"Carissimi - ha detto Papa Ratzinger rivolgendosi alle comunità abruzzesi - appena possibile spero di venire a trovarvi. Sappiate che il Papa prega per tutti"

11:32 Benedetto XVI: "Appena possibile andrò all'Aquila"

La voce di una visita in Abruzzo del Papa è stata confermata dal Papa stesso che, durante l'udienza generale a San Pietro, ha annunciato che "appena possibile" si recherà all'Aquila

 
MAGNITUDO 5,7 DELLA SCALA RICHTER Stampa E-mail
Martedì 07 Aprile 2009 18:06

 

Terremoto Abruzzo: nuova violenta scossa

 

Voglia di normalità all'Aquila e dintorni. Sono 235 le vittime
accertate. I soccorsi si organizzano. Incombe il rischio-crolli

 

 

07 Aprile 2009 19:53 CRONACHE

L'AQUILA - Una nuova violenta scossa di terremoto ha colpito l'Aquila. E' stata avvertita anche lontano dall'epicentro del sisma di lunedi'. 

Si tratta di una nuova scossa dalla violenza esplosiva simile a quella iniziale della notte tra domenica e lunedì.

Panico tra gli sfollati

 

 
ITALIA CHE VA Stampa E-mail
Martedì 07 Aprile 2009 13:15

Sfollati senza cibo o pannolini ma con i giornali

 

Nel capoluogo abruzzese non hanno trovato da mangiare e neanche pannolini per bambini, hanno dormito in auto e non sanno se potranno avere brande nella tendopoli per gli anziani.

In compenso stamani hanno potuto leggere i giornali che sono stati distribuiti gratuitamente in alcuni centri di accoglienza.

Sono le contraddizioni che nel caos dei primi momenti di emergenza e' facile cogliere nella macchina dei soccorsi ai terremotati dell'Aquila e provincia. Nonostante infatti le forze dell'ordine, la protezione civile, i vigili del fuoco, provenienti da tutta Italia, siano all'opera incessantemente da ieri, sono diverse le disfunzioni lamentate dalla popolazione rimasta senzatetto. Nella frazione Collemare di Sassa, nella zona Ovest del capoluogo, dove comunque non sono stati registrati danni gravi come in altre localita', sarebbero un centinaio gli anziani che hanno trascorso la notte fuori dalle abitazioni, ma che non hanno ricevuto alcun tipo di assistenza. Dall'amministrazione comunale, nel frattempo, si e' saputo che gli anziani prima del terremoto ospitati nella struttura aquilana ex Onpi sono stati trasferiti in una struttura di Sora, l'istituto S.Camillo.

 
<< Inizio < Prec. 1631 1632 1633 1634 1635 1636 1637 1638 1639 1640 Succ. > Fine >>

Pagina 1637 di 1671

Notizie Flash

AIUTO

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information