Ulti Clocks content
Sport
Sì, Roma, sei Magica Stampa E-mail
Mercoledì 11 Aprile 2018 11:35

"Romantada", il mondo celebra l'impresa

 

L'impresa della Roma che all'Olimpico ribalta il 4-1 dell'andata nei quarti di finale di Champions battendo 3-0 il Barcellona campeggia sulle prime pagine dei quotidiani sportivi spagnoli e di tutto il mondo.

Marca titola 'Fallimento totale in Europa' associando la debacle dei blaugrana con la disperazione del tecnico del Manchester City, Pep Guardiola, dopo l'eliminazione per mano del Liverpool. 'Fallimento senza scuse' aggiunge Sport mentre Mundo Deportivo scrive: 'La disfatta di Roma'.

 

El Mundo rimarca invece come un Barcellona 'spremuto e senza alternative' sia stato 'umiliato' dai giallorossi. 'Eterno ridicolo del Barca' conclude El Pais. Dalla Francia invece l'Equipe apre con una foto di De Rossi che esulta e il titolo 'Romantada'. Infine l'inglese Sun che parla di 'Uscita shock del Barca' dalla Champions League.

 

 

"Una vittoria sbalorditiva", titola il 'Telegraph. "La Roma fa il suo 'miracolo' e spodesta il Barcellona", si legge sul 'New York Times'. Elogi sulla stampa estera a Kostas Manolas, autore del terzo gol, che, scrive il 'Guardian', "firma una rimonta stellare".

La stampa infierisce sul Barcellona. La disfatta della squadra spagnola viene definita "Un tonfo", "Un crollo", "Una sconfitta storica". Ma oggi le prime pagine sono tutte per la Roma e per la sua strepitosa impresa.

 

FONTE adnkronos.com

 
Per il pilota tedesco della casa di Maranello è la seconda vittoria consecutiva dopo quella in Australia ed ora è in testa alla classifica a punteggio pieno Stampa E-mail
Domenica 08 Aprile 2018 17:27

GP BAHRAIN, VINCE VETTEL

Sebastian Vettel vince il GP del Bahrain. Secondo e terzo posto per le Mercedes con, rispettivamente, Bottas e Hamilton. Dopo due gare, Vettel comanda la classifica a punteggio pieno: 50 punti.

Una vittoria dolce-amara per il tedesco e per la scuderia, scrive la Ferrari su Twitter: "Grande performance ma siamo tutti in attesa di conoscere le condizioni del nostro meccanico" travolto da Raikkonen durante un pit stop.

"Tutti i nostri pensieri sono per il nostro meccanico - ha detto Vettel intervistato dopo la gara - speriamo che stia bene".

 

Fonte DNKRONOS.COM

 
In tribuna il presidente Moon, Ivanka Trump e delegazione della Corea del Nord Stampa E-mail
Domenica 25 Febbraio 2018 12:33

Giochi: al via la cerimonia di chiusura. Arianna Fontana portata in trionfo

 Spettacolo di fuochi d'artificio, musica, e balli della tradizione coreana. E' cominciata allo stadio di PyeongChang la cerimonia di chiusura della XXIII edizione dei Giochi olimpici invernali. In tribuna il presidente della Corea del Sud, Moon, con la moglie, vicino Ivanka Trump vestita dei colori del team Usa. Poco dietro la delegazione nordcoreana: strette di mano con tutti da parte di Moon.

Sfila la delegazione italiana e al centro c'è la regina azzurra. Arianna Fontana con le sue tre medaglie al collo, viene portata in trionfo, sulle spalle di altri azzurri, tra applausi e selfie. In precedenza, avevano fatto il loro ingresso tutti i portabandiera, per schierarsi al centro dello stadio: l'alfiere azzurro è Carolina Kostner.

Testa a testa con Germania, Norvegia leader medagliere - Con 39 medaglie - 14 ori, 14 argenti e 11 bronzi - la Norvegia è la prima nazione nel medagliere dei Giochi Olimpici di Pyeongchang. Seconda è la Germania con 31 medaglie (14 ori, 10 argenti e sette bronzi), terzo il Canada con 29 (11 ori, otto argenti e 10 bronzi).

Un testa a testa nella giornata conclusiva, con i tedeschi protagonisti del sorpasso grazie all'oro nel bob a 4: a pochi secondi dalla conclusione della finale di hockey erano virtualmente vincitori assoluti nel medagliere, ma la rimonta dei russi sul ghiaccio e l'oro della Bjoergen nel fondo ha di nuovo cambiato il vertice, con il controsorpasso dei norvegesi . 'Solo' quarti gli Stati Uniti, che hanno vinto 23 medaglie (nove ori, otto argenti e sei bronzi). 

I russi senza bandiera sono giunti tredicesimi con due ori, sei argenti e nove bronzi, una posizione dietro all'Italia che ha tre ori, due argenti e cinque bronzi. I padroni di casa della Corea, infine, hanno conquistato 17 medaglie (cinque ori, otto argenti e quattro bronzi).

 

Fonte ansa.it

 

 
Argento a Mowinckel, bronzo a Vonn. Cadute per Brignone e Fanchini Stampa E-mail
Domenica 18 Febbraio 2018 12:40

Sci: Goggia, oro olimpico in discesa

 

Trionfo Italia. Sofia Goggia, 25 anni bergamasca, è d’oro nella discesa olimpica femminile in Corea del sud, a Pyeongchang. L’argento è della norvegese Mowinckkel, il bronzo di Lindsey Vonn. E’ la prima vittoria dell’Italia rosa in discesa, la seconda per i colori azzurri nella specialità dai tempi di Zeno Colò. L’Estremo Oriente porta fortuna a Sofia. Oggi, niente goggiate, ma una prova perfetta, la risposta della campionessa che si prende una medaglia storica nella gara regina dello sci alpino. Emozioni e adrenalina. Ferita per l’errore in superG nel quale si è piazzata undicesima, Sofia ha risposto con carattere. E che carattere. Aggressiva, mai un errore, sempre sul pezzo come direbbe lei. Tutto o niente, Sofia è questa. Risorge dalle ceneri del supergigante e centra l’obiettivo in discesa. Uno sparo, un colpo solo. Quello che serve. Al traguardo se la ride con compostezza, aspetta le rivali poi arriva l’abbraccio con la rivale amica Lindsey Vonn, battuta per 0"47. 

«Mi sento estremamente fortunata, realizzo il sogno di quando ero bambina e sciavo e dicevo che avrei voluto vincere l’Olimpiade. È successo, non ci credo ancora - dice dopo la premiazione -. Sono stata concentratissima per ottenere la sciata perfetta e ci sono riuscita non sarò mai la sciatrice che scende con classe, quando passo io faccio rumore come se suonassero mille chitarre. Ma sono così, e questo oro non mi cambierà. Resto Sofia, con la gente che mi avrebbe continuato a voler bene, ad amarmi anche se non avessi vinto questa medaglia. Lindsay Vonn? Da lei c’è solo da imparare, una generosa così nel nostro mondo non c’è». 

E’ un’Italia a due volti quella che scende in pista a PyeongChang. Se Goggia festeggia circondata dai tecnici per la nona medaglia azzurra a questi Giochi, Federica Brignone sale sull’ambulanza e va in ospedale: caduta nella parte alta del tracciato "non so come ho fatto", verrà sottoposta ad un esame al ginocchio sinistro. Sbaglia e scivola anche Nadia Fanchini, in lacrime: "Ho provato tutto. Abbiamo fatto un lungo lavoro di video, ieri e per fortuna Sofy ce l’ha fatta, noi gareggiamo anche per la squadra, è un onore essere qui". Si asciuga le lacrime Nadia, è a pezzi. Poco più in là la Goggia sale sul gradino del podio. E’ la legge dello sport. 

 

FONTE DANIELA COTTO LASTAMPA.IT

 
Pyeongchang Stampa E-mail
Venerdì 16 Febbraio 2018 11:43

Super Michela, lo snowboard è d'oro

 

 Michela Moioli (Afp)

 "Sono senza parole. E' il più bel giorno della mia vita. Se questo è un sogno, non svegliatemi". Michela Moioli è al settimo cielo dopo la vittoria nella gara di snowboard cross a Pyeongchang. La bergamasca è la prima azzurra di sempre a conquistare l'oro olimpico nello snoawboard. "Quando ho tagliato la linea del traguardo ho iniziato a piangere. Sono felicissima e voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato in questo lungo viaggio dalle ultime Olimpiadi", dice riferendosi ai Giochi di Sochi, dove vide sfumare il sogno di una medaglia per un grave infortunio al ginocchio.

 

Fonte adnkronos.com

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 114

Notizie Flash

 Svezia, portiere filmato mentre accorcia porta

 Kim Christiensen, portiere dell'Ifk Goteborg, e' stato filmato mentre cercava di spostare i pali per accorciare la propria porta.

Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information