Ulti Clocks content
Viaggi
A pronosticare la direzione del ricciolo può essere il vento | Stampa |  E-mail

In Croazia c'è un corno d'oro che cambia direzione in base al vento e alle maree

 Un corno d'oro che brilla e cambia forma. Esiste davvero e si trova a Bol, sulla costa meridionale di Brac, isola della Dalmazia. Le coste opposte sono bagnate dalle acque che appartengono a due correnti diverse. E dal loro «scontro» nasce un ricciolo di sabbia - la punta del corno, appunto - rivolto ad est o a ovest in base alla direzione della corrente più forte.

 

Qui l'acqua è trasparente (anche se abbastanza fredda), con sfumature che vanno dal celeste al verde, che crea un bellissimo contrasto con la spiaggia dorata, formata da sabbia grossolana e ciottoli, come la maggior parte della costa croata. 

Brac si raggiunge in traghetto, con partenza da Makarska verso Sumartin, da Spalato verso Supetar oppure da Split, dov'è possibile imbarcare la propria auto. E una volta sbarcati, si può noleggiare uno scooter o anche prendere un taxi per arrivare sino alla spiaggia del Corno d’oro. A piedi dal centro di Bol ci s'impiega circa mezz'ora.

 
Per rilassarvi un pò..... | Stampa |  E-mail

Viaggio a Lisbona

 

 

Seduti al bar per un sospirato caffè, dopo aver scarpinato al caldo delle 14.30 intorno alla Plaza Marques de Pombal, affranti o sfranti dal sole portoghese, tanto che perfino i piccioni caracollavano nella nostra ombra deambulante, notiamo di venir allumati da occhi interrogativi e furbeschi dall'interno di ricorrenti taxi neri e verdi, che, tra gli
innumerevoli loro invidiosi confratelli, osavano accostarsi al marciapiede,intralciando
l'incessante traffico.
In effetti siamo in attesa di Nicolae A..., nostro "tassinaro" di fiducia, giovane padre dai capelli ben rasati, ma ricco di qualche italico verbo, prestante e gentile, il quale ci
depositerà, dopo rapida e poco costosa corsa sotto l'alato mezzo per Roma.
L'ora giunse di tirar le somme di siffatta gita "portogallese", dove galli pochi ma gatti tanti e piccioni di più, negli ubertosi giardini ridondanti di piante esotiche, quali puoi trovare negli orti botanici.
Questa città, alla foce del Tago, protetta dai venti protervi dell' Atlantico, ride! Il suo sorriso smagliante, la calcada, denota gran cura del bianco smalto dei piccoli sampietrini di pietra lucida, come fosse il paziente di un bravo dentista, di cui sono pavimentate a mosaico gran parte della strade e non ne manca una tessera che sia una! Ride anche al fresco delle sue terrazze, quelle con aiole, giochi e panchine, che si affacciano tra una collina e l'altra, a guardare di sotto coloro che arrancano per le salite e per le scale infinite e le facciate dipinte con piastrelle ornate e colorate.
In questo fine settembre, ella mostra il meglio di sè, tra sole e arietta leggera che ristora il turista nelle file per un ticket, davanti ad una torre, un castello, una cattedrale, un museo o davanti a qualunque cosa gli giri di visitare in quelle ore.
Otto km di ponte su due livelli? La statua del Cristo Rei imponente ed aperta in un abbraccio per tutti? Un monastero con il chiostro più grande del mondo? Accomodatevi, dentro c'è posto e, per gli anziani, ogni biglietto costa la metà.
Ma che hanno da ridere queste mura, questi alberi, queste scuole?
Vi assicuro, abbiamo visto cose che noi italiani non avremmo mai pensato di vedere più: gente al lavoro, bambini e maestre con i grembiuli, chioschi bar pieni di gente, giardinieri che potano e sarchiano, guardie ad ogni angolo di strada e tutto con la massima tranquillità. Nessuno si sente spiato, tallonato, guardato a vista. Giovani autisti con le loro Apecar, taxi che si fermano al tuo primo gesto... La politica del lavoro è: pagati meno, pagati tutti, o quasi!
Il turista è lavoro, entrata, benessere, apertura mentale.
Si mangia bene, dovunque, fin nell'osteria più semplice dell'Alfama, tra studenti e vecchietti; nessuno ti infastidisce, e perchè dovrebbe?
Certo, non sono tutti sampietrini quelli che luccicano, da qualche parte ci sarà la magagna, cioè l'eccezione che conferma la regola, tuttavia i nostri quattro giorni sono volati, tra un bachalao con le patate, una pastela de nata, un giorno di mal di testa e tante note di fado per la Rua Garret, o per le vie del Chiado.
Un motivo ci sarà perchè Fernando Pessoa sia vissuto qui. E' proprio luogo per Poeti!
Ora basta, vado a dormire ché l'aereo è sceso quasi a mezzanotte, e poi, se continuo a magnificare la sua città, il nostro amico ospite non ce la perdonerebbe, perchè, dice, se la vuole tenere tutta per sè.

 

MARIA CARLA RENZI

 
Serra da Estrela Portugal | Stampa |  E-mail

Nessuna illusione ottica: in Portogallo c’è un lago con il buco

 

 

Altro che stretto di Messina. Se c’è un posto dove Scilla e Cariddi potrebbero vivere oggi è senz’altro nel lago di Covão do Conchos nella Serra da Estrela , in Portogallo. Lo specchio d’acqua custodisce non lontano dalla riva una spettacolare cascata d’acqua che sembra il portale di accesso ad un mondo parallelo. Sembra irreale, la tana di un mostro marino, eppure è attiva da oltre cinquant’anni come diga idroelettrica: a fare il resto è stata la natura, che ha inglobato l’opera ingegneristica trasformandola in un’attrazione turistica. 

 Il buco nel lago è una piccola diga che devia le acque del Ribeira das Naves nella Lagoa Comprida attraverso un tunnel lungo 1519 metri. E’ formato da una corona di 48 metri in granito e cemento ed è in grado di raggiungere i 123 mila metri cubi d’acqua. 

 Sebbene l’impressionante scenario da film di fantascienza sia stato costruito fra il 1912 e il 1955, solo oggi riesce a mostrare tutta la sua particolarità. Questo perché a far diventare famosa la voragine dove l’acqua va scomparendo è stato il video girato con un drone dal portoghese Helder Afonso, che ha superato i 5 milioni e mezzo di visualizzazioni.

 

Le immagini aeree mostrano l’imbuto prodotto dalla mano dell’uomo in tutta la sua maestosità. C’è chi pensa sia una illusione ottica e pure chi lo definisce la bocca dell’inferno. Ad alimentare la leggenda è anche la difficoltà che si fa per raggiungerlo. Per arrivare sulle sponde di questo lago si devono percorre strade montuose non adatte a tutti, a piedi o in fuoristrada, fra i bricchi del Portogallo centrale.  

 

FONTE  NOEMI PENNA LA STAMPA.IT

 

 
L'ISOLA DELL'AMORE | Stampa |  E-mail

 CAPRI ....E BASTA.

 

Per descrivere quest’isola possiamo fare riferimento ai colori che dominano il paesaggio: il verde della macchia mediterranea, dove vedrete agavi, ginestre e fichi d’India, il bianco dei calcari, che accentuano la lucentezza dell’isola nelle giornate di sole, l’azzurro dell’acqua dove tuffarsi per scoprire le bellezze recondite di Capri.

Come ha scritto Sartre, “Capri è sacra, l’obiettivo non è vederla, ma avvertirvi una certa qualità di emozione”,  l’unica a non avere origini vulcaniche fra quelle presenti nel Golfo di Napoli.

Non è un caso se i Faraglioni sono una delle attrattive capresi più note, poiché i tre picchi rocciosi sono stati frequentemente uno sfondo suggestivo per film: osservateli dai Giardini di Augusto, una lunga serie di terrazze fiorite raggiungibili a piedi dalla piazzetta di Capri, qui godrete di un panorama evocativo e sognante.
Ogni Faraglione ha un nome: Saetta, Stella e Scopolo, dove vive la rarissima lucertola azzurra, simbolo di esclusività di quest’isola magnifica.

 Il luogo di ritrovo per eccellenza di Capri è la piazzetta (Piazza Umberto I), popolata di bar dove si arriva tutto il mondo e si ozia dopo aver  ceduto al fascino dell’isola.
La shopping experience da vivere inizia a Via Camerelle: è qui che risiedono le principali boutique di lusso 

Se amate le scarpe fatte come Jackie Kennedy, c'è un solo posto da visitare.

 E'noto che l’elegantissima first lady adorava i tipici sandali capresi ed era solita acquistarne numerosi esemplari.

Solo "Da Costanzo" in via Roma 49, a pochi passi dalla Piazzetta.

 

La tradizione della storica calzoleria è proseguita con suo figlio Antonio Ruocco, sua moglie Alvina e le due figlie Martina e Francesca.

Questi sandali artigianali sono delle vere opere d'arte: da i più semplici e tradizionali a esemplari unici: decidere il proprio cinturino preferito è una scelta di stile.

I profumi sono un’altra peculiarità caprese, perché i laboratori realizzano delle essenze con fiori e piante che crescono sull’isola creando un prodotto che rispecchia l’anima delicata di Capri.

Già nel XV secolo i monaci della Certosa di San Giacomo conoscevano questa tradizione, perciò acquistare un profumo vuol dire portare con sé un pezzo di storia dell’isola.

Divertimento vino e vuon cibo? Quid Wine & Cocktail Bar.

Vuoi dare un taglio? Ambra Lembo i parucchieri da Gianni.

Sullo Scoglio c'è tutto, basta cercare. Troverete solo il meglio.

E poi mare, mare.....

Dove? Il sogno è Fontelina ....vista, cibo, classe, tutto si esprime ai massimi livelli.

Sognare è realtà.

 
Dalle spiagge assolate di Favignana fino al fascino severo di Skye in Scozia | Stampa |  E-mail

Turist-oroscopo, un'isola per ogni segno zodiacale

 

E se la meta delle vacanze quest’anno la scegliessero le stelle? Skyscanner ha osservato il cielo e scrutato i pianeti per trovare l’isola perfetta per ogni segno. Dalle spiagge assolate di Favignana, in Sicilia, fino al fascino severo delle coste del nord, nell’Isola di Skye in Scozia, ecco 12 viaggi dedicati ai segni zodiacali:

Ariete - Formentera, Spagna
Impulsivi, dinamici e pieni di energia, gli amici dell'Ariete possono prenotare il primo volo per Formentera, l'isola spagnola dichiarata Patrimonio dell'Umanità per quanto è bella! Fra spiagge mozzafiato e incredibili colori del mare profondo, si possono ammirare paesaggi incantevoli, magari attraverso uno dei tanti percorsi naturalistici dell'isola e andare a vedere le saline, così importanti soprattutto nel passato. Ma bisogna saper anche cogliere l'anima dei villaggi assolati e pieni di antiche tradizioni. Formentera rapisce il cuore, fate molta attenzione Arieti!

 

Toro - Favignana, Italia
Spostiamoci in Sicilia per fare una sosta nella splendida Favignana, la più grande delle Egadi, consigliatissima agli amici del Toro, che sono amanti del bien vivre e curiosi per natura. Qui ci si può divertire tra grotte marine e immersioni, in un mare trasparente che non teme confronti e godersi una natura superba, che profuma di macchia mediterranea. Cala Rossa, Cala Azzurra, Punta Sottile e chi più ne ha più ne metta: qui le meraviglie sono infinite.

Gemelli - Malta
Ai Gemelli, intelligenti, scrutatori e viaggiatori nell'indole, è suggerito un biglietto per Malta, ombelico del Mediterraneo. Non ci sarà rischio di annoiarsi in questa meravigliosa isola, tra bellezze paesaggistiche incredibili e itinerari culturali che portano alla scoperta di popoli e storie lontane. La Valletta, la capitale, è interamente Patrimonio Unesco; la Laguna Blu sull'isoletta di Comino è un piccolo Eden che lascerà a bocca aperta e le spiagge di Gozo sono una più bella dell'altra! Tutto qui è contaminazione, dalla cucina all'architettura, e siamo certi che ripartire sarà difficile.

Cancro - Ischia, Italia
Per i cancerini, che hanno un gran cuore e un'anima dolce, le stelle indicano Ischia come meta ideale: con le sue strutture termali, il Castello Aragonese, le spiagge da sogno e poi le stradine intricate, le chiese fresche e bellissime, i negozietti e le piazze chiassose. Ischia è un toccasana e sinonimo di relax dopo un anno di lavoro.

Leone - Corsica, Francia
Voliamo in Corsica con gli amici del Leone, amanti della concretezza, sempre generosi e pieni di idee. Qui ad aspettarli ci sono promontori a picco sul mare, colori vividi che riempiono gli occhi,spiagge paradisiache molto spesso selvagge e non attrezzate e, per finire, borghi incantati, che sembrano usciti da un libro di favole e che però spesso raccontano la storia di Francia.

Vergine - Skye, Scozia
Risaliamo il globo e approdiamo sull'Isola di Skye, una delle meraviglie della Scozia, suggerita agli amici della Vergine, dotati di grande senso critico, amanti dei dettagli e della natura incontaminata. Questo posto fa per loro: immense vallate verdeggianti si gettano nell'Oceano Atlantico blu intenso, le coste frastagliate sono pittoresche e scenografiche, le montagne appuntite spesso sono inaccessibili ma sono bellissime e gli antichi castelli suggellano il fascino di questo posto, davvero unico al mondo, in cui rivive la cultura gaelica.

Bilancia - Hvar (Lesina), Croazia
Il clima mite, la posizione strategica molto importante storicamente, la bellezza dei paesaggi, coi campi profumati di lavanda, ulivi e viti, e le gite in barca verso le isolette più piccole. Lesina, o Hvar, è la meta ideale per il segno della Bilancia, equilibrato per definizione, poiché rappresenta una perfetta unione di natura e cultura, di tradizione e futuro.

Scorpione - Senja, Norvegia
Per i caparbi scorpioncini, una meta tutta da scoprire: Senja, la seconda isola più grande della Norvegia, che saprà stupirli con le sue prorompenti bellezze naturali, dai fiordi profondi alle aurore boreali. Si può esplorare l'isola in lungo e in largo, attraverso sentieri che fanno immergere tra le foreste di pini e faggi o che portano ad ammirare i Denti del Diavolo, montagne imponenti a picco sul mare con guglie aguzze e altissime. Da fine maggio a fine luglio, a queste latitudini polari, non tramonta mai il sole: è il momento ideale per lunghe escursioni!

Sagittario - Cefalonia, Grecia
E non poteva mancare la Grecia, terra di isole e di mare. Per i Sagittario, ottimisti e sognatori, la meta da raggiungere è Cefalonia, la maggiore delle Ionie, che al mare limpido unisce boschi e montagne, per una bellezza d'eccezione. Argostoli, la città più importante, è piena di storia e di vita, di giorno come di notte. Mentre per chi cerca un po’ di tranquillità, sono moltissime le tante baie nascoste e selvagge in cui rifugiarsi.

Capricorno - Creta, Grecia
Restiamo ancora in Grecia perché Creta è la destinazione dei Capricorno, ambiziosi, affidabili ed oculati nelle scelte, anche in quella della destinazione della vacanza. Creta è un posto magico: le Montagne Bianche, le Gole di Samaria, le spiagge rosa di Elafonissi e il Palazzo di Cnosso sono solo alcune delle meraviglie che riserva ai visitatori. Archeologia, natura, mito e storia qui si rincorrono per giornate indimenticabili.

 

Acquario - Madeira, Portogallo
Gli Aquario sono energici e malinconici allo stesso tempo, ma sempre pieni di voglia di vivere e di scoprire. Per loro l'isola perfetta per quest'estate è Madeira, o Madera, che appartiene al Portogallo, ma si situa nel bel mezzo dell'Oceano Atlantico, più vicina alle coste africane. L'isola vulcanica è detta anche "giardino galleggiante", proprio per la ricchezza della sua vegetazione e per i colori sgargianti che la caratterizzano. Fiori esotici, frutti tropicali, tradizioni perfettamente conservate e, non ultimo, l'ottimo vino locale, il Madeira.

Pesci - Fehmarn, Germania
Ultima tappa, Fehmarn: tra le mete più note in Germania, è un'isola che si trova nel Mar Baltico e che sa conquistare con facilità chiunque vi approdi, in particolare i romantici Pesci, idealisti e grandi pensatori. I castelli in rovina, il mare pulito che lambiscespiagge lunghissime, il sole inaspettato moltissimi giorni all'anno, gli uccelli che hanno fatto dell'isola un nido privilegiato e gli affascinanti laghi interni: una meta fuori dalle classiche rotte turistiche, tutta da scoprire!

 

FONTE ansa.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 38

Notizie Flash

 Nudi e abbracciati, in 5.200 hanno posato stamani sui gradini dell'Opera House di Sidney per il fotografo Spencer Tunick
Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information