Ulti Clocks content
Calcio
Come riporta Sky, l'accordo col Copenaghen è stato trovato a 8,5 milioni. Robin Olsen firmerà per 4 stagioni con un ingaggio di 2,2 milioni annui. Stampa E-mail
Lunedì 23 Luglio 2018 13:28

Roma, Olsen il nuovo numero uno: in serata il suo arrivo in città

                                                 © Foto di Imago/Image Sport

 Robin Patrick Olsen - riporta Sky - sbarcherà in serata a Roma. Il portiere svedese, tra i migliori nel Mondiale in Russia, sbarcherà all'aeroporto di Ciampino intorno alle 20.30. Nella giornata di ieri (Clicca qui per la nostra anticipazione) Monchi ha definito tutti i dettagli col Copenhagen per l'acquisizione dell'estremo difensore classe '90 a titolo definitivo. Domani mattina intorno alle 8 ci saranno le visite mediche.

FONTE  Raimondo De Magistris TMW.COM

 
l bilancio è pesantissimo: ci sono anche decine di feriti. Due bambini in gravi condizioni dopo essere stati investiti da una moto a Frouard Stampa E-mail
Lunedì 16 Luglio 2018 07:56

Francia, feste e incidenti durante la notte: due morti

 Festeggiamenti e disordini, con conseguenze anche gravi: la Francia ha vissuto così la prima notte da campione del mondo. Il bilancio è pesantissimo: due morti, decine di feriti - tra cui due bambini - e arresti. Gli episodi più gravi si sono verificati ad Annecy, dove un 50enne ha perso la vita dopo essersi tuffato in un canale dove l'acqua però era poco profonda, e a Saint-Felix. Qui, incidente in auto fatale a un uomo che stava celebrando la vittoria dei Bleus. Due bambini di 3 e 6 anni sono invece in gravi condizioni dopo essere stati investiti da una moto a Frouard. A Parigi, 30 giovani sono stati fermati per saccheggiamenti e scontri con la polizia, costretta a utilizzare gas lacrimogeni sugli Champs-Elysees.

 A Lione, l'atmosfera si è surriscaldata nella tarda serata dopo che a Place Bellecour in 20mila avevano assistito sui maxischermi al trionfo degli uomini di Deschamps sulla Croazia. A Marsiglia, nella zona del Porto, sono stati "sparati numeri proiettili e alcuni componenti delle forze dell'ordine sono rimasti feriti: dieci arrestati", ha spiegato la polizia. (ha collaborato Italpress)

 

FONTE CORRIEREDELLOSPORT.IT

FOTO  (©AFP/Ludovic MARIN)

 
20 ans après le sacre de 1998, les Bleus inscrivent une deuxième étoile sur leur maillot. Les hommes de Didier Deschamps ont battu, ce dimanche en finale, une valeureuse équipe de Croatie (4-2). Stampa E-mail
Domenica 15 Luglio 2018 16:42

Coup de sifflet final

L'équipe de France remporte la Coupe du Monde 2018, la deuxième de son histoire, 20 ans après sa première étoile décrochée en 1998. Les Bleus de Didier Deschamps ont été exemplaires de solidarité et d'efficacité face à de redoutables et valeureux Croates. La France est sur le toit du monde !

 
Terza coppa di fila per Zizou, primo nella storia. Un disastroso Karius regala due gol, Bale compie un prodigio in rovesciata. Salah ko dopo mezz'ora: il Mondiale è a rischio Stampa E-mail
Domenica 27 Maggio 2018 07:16

Champions League, Real Madrid-Liverpool 3-1: Zidane conquista la 13ª

 

 La classe, la furbizia e una ricca dose di fortuna. Benzema, Bale e Karius regalano a Kiev la 13ª al Real Madrid. La squadra di Zidane batte il Liverpool 3-1 e alza al cielo la sua terza Champions consecutiva. Nella disgraziata serata ucraina per i Reds (Salah messo ko da Ramos dopo 30') i ringraziamenti speciali dei Blancos sono due: al gallese, autore di una doppietta (con il primo gol in rovesciata), ma soprattutto al portiere tedesco, a dir poco disastroso e protagonista di due papere che entrano di diritto nei libri di storia. Roba simile, in una finale di Champions, non si era mai vista.

BENZEMA DAL 1' - Zidane lascia Bale in panchina e schiera Benzema in coppia con Cristiano Ronaldo dal 1'. Per il resto è solito Real Madrid. Nessuna sorpresa nell'undici di Klopp: le novità sono in panchina, con i recuperi del futuro juventino Emre Can e Lallana. Ritmi forsennati sin dall'inizio: merito di un Liverpool che pressa alto e toglie il fiato al Real. Di occasioni nitide, però, i Reds non ne creano mentre Ronaldo crea un primo brivido alla porta di Karius al 15' con un bolide da posizione angolata che sfiora la traversa. Il Liverpool, invece, si vede al 23': Ramos salva sul destro a botta sicura di Firmino poi Navas compie un prodigio bloccando un bolide di Alexander-Arnold che passa tra due suoi compagni di squadra.

 LE LACRIME DI MOMO - La finale, però, perde uno dei suoi protagonisti più attesi al 27'. Ramos, nel tentativo di fermare Salah a centrocampo, stende l'egiziano con la brutta parodia di una tecnica da judoka procurandogli un infortunio alla spalla sinistra. L'ex Roma stringe i denti per qualche minuto, poi è costretto a uscire in lacrime al 31' (dentro Lallana). Lacrime di chi salterà molto probabilmente anche il Mondiale ottenuto con la fatica e con i denti con il suo Egitto. Il dispiacere, a parti invertite, si ripete pochi minuti dopo, quando il Real Madrid perde Carvajal, che poggia male il piede sinistro e lascia il posto a Nacho. La perdita di Salah tramortisce il Liverpool, che comincia a lasciare spazi agli spagnoli. Benzema va in gol al 43' dopo una parata di Karius su Ronaldo. Ma l'assistente di Mazic fa una gran chiamata e annulla per fuorigioco sia del portoghese che del francese.

L'IMBARAZZANTE KARIUS - Il Real però è in controllo: e anche a inizio ripresa sfiora il vantaggio. Isco, dopo un regalo di Lallana, supera Karius con un pallonetto, che però sbatte sulla traversa. Il gol è nell'aria e arriva al 51': il merito è tutto del portiere tedesco, che rinvia il pallone sul piede di Benzema, appostato a un metro. Il rimpallo finisce direttamente in rete, per le più imbarazzanti delle marcature.

PARI MANE' - Il Liverpool reagisce e trova il pari sugli sviluppi di un corner al 55': Lovren fa da sponda e Mané, con una zampata, anticipa l'uscita di Navas per l'1-1. Il pari non dura nemmeno 10 minuti. Zidane manda dentro Bale per un deludente Isco e il gallese, dopo tre minuti dal suo ingresso, che fa? Segna con una rovesciata pazzesca il gol del 2-1 su cross dalla sinistra di Marcelo. Meno bella - stilisticamente parlando - di quella di Ronaldo alla Juve, ma altrettanto efficace.

KARIUS, È NOTTE FONDA - La squadra di Klopp cala il sipario sulla sua sciagurata serata: prima colpisce un palo con Mané, che va vicino al 2-2, poi subisce il terzo gol all'83' quando Karius "sbuccia" un tiro apparentemente innocuo di Bale da circa trenta metri. Diapositiva di una notte da incubo che termina con le lacrime del tedesco e dei Reds. Termina, dall'altro lato, con la gioia contenuta di un Real clamorosamente vincente. Ramos alza la coppa e Zidane porta a casa un'altra Champions, la tredicesima della storia del club più titolato del mondo.

 

FONTE  Davide Palliggiano CORRIEREDELLOSPORT.IT

 

 
Roma batte il Liverpool 4-2, Reds in finale contro il Real Stampa E-mail
Giovedì 03 Maggio 2018 09:08

Un Olimpico da favola e un arbitro da incubo

 

È finita con un pubblico fantastico e con un’altra ingiustizia, tra le polemiche e due rigori negati (con mancata espulsione) che condannano una Roma splendida, infinita, in grado di sfiorare un’impresa da leggenda. È finita così, in uno stadio che è stato bello vivere per apprezzarne il calore immenso, con una vittoria per 4-2 e senza la finale di Kiev per colpa dell’arbitro Skomina, che in una partita elettrica ha avuto un peso enorme: abbagli che si sommano a quelli che ad Anfield erano costati ai giallorossi due gol irregolari, il 2-0 di Salah per un fallo precedente commesso su Strootman e il 3-0 di Mané per fuorigioco.

Nonostante i torti e quel viaggio in Ucraina che faranno il Real e il Liverpool, restano i meriti legittimi di una Roma organizzata e sfrontata, protagonista in Europa con il suo gioco e i suoi schemi: un’impronta brillante che Di Francesco ha saputo garantirle senza scivolare mai in soggezione davanti a nessuno. Coraggio, ritmo, un calcio emozionante che ha permesso ai giallorossi di battere il Chelsea di Conte, di eliminare nella fase a gironi l’Atletico Madrid di Simeone, di ribaltare in una notte speciale il Barcellona di Messi e di superare con un 4-2 il Liverpool, imbattuto in Europa fino a ieri sera. Una Roma che esce a testa altissima, per una svista e un’irregolarità, da questa Champions, dopo aver raccolto applausi e consensi, trascinandosi rimpianti per la mancata finale di Kiev. Una partita quasi perfetta, rovinata come detto dall’arbitro. La Roma ha messo in difficoltà la squadra di Klopp. Si è presentata con facilità in area, ha tenuto sotto pressione gli inglesi.

Nonostante la strada in salita, la Roma ha avuto la forza di reagire a ogni contraccolpo psicologico, continuando a macinare chilometri con lo stesso cuore e la stessa adrenalina dei suoi tifosi, in grado di creare un connubio straordinario con questa squadra e una società che merita elogi per questa fantastica avventura europea. La gente non ha solo riempito lo stadio, firmando un incasso da record, ma ha soprattutto garantito ai giallorossi un altro pieno d’amore.

C’è la qualità per ripartire di slancio, per costruire una Roma ancora più competitiva. I soldi della Champions rappresentano una fonte speciale per blindare i pezzi pregiati di questo gruppo e per pianificare qualche colpo che consenta ai giallorossi di compiere un ulteriore salto di qualità in Italia e all’estero, perché la Roma può già contare su una base importante, come dimostrano le vittorie ottenute contro il Chelsea, il Barcellona e il Liverpool. Lo spettacolo non è finito ieri sera, con gli errori dell’arbitro.

 

Fonte alessandro vocalelli corriedellosport.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 78

Notizie Flash

 

Cipro, arrestate 42 'nonne' per gioco d'azzardo: la più anziana ha 95 anni

Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information