Ulti Clocks content
Notizie
Il giornalista italiano fermato dalla polizia turca il 9 aprile arriverà in Italia alle 10.15 all'aeroporto di Bologna. Il padre: "Stiamo andando a prenderlo, è un gran giorno" Stampa E-mail

"Del Grande è libero". L'annuncio di Alfano: "Sta tornando in Italia"

 

 Gabriele Del Grande è stato liberato. Il giornalista italiano fermato dalla polizia turca il 9 aprile, arriverà in Italia alle 10.15 all'aeroporto di Bologna. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Angelino Alfano su Twitter. "Gabriele del grande è libero. Gli ho parlato adesso, sta tornando in italia. Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari. Lo aspettiamo", ha scritto il ministro.
 

 
OGGI 16 APRILE 2017 Stampa E-mail

È morto Gianni Boncompagni, fece la storia del piccolo schermo

 

È morto a 84 anni, a Roma, Gianni Boncompagni. Nato ad Arezzo il 13 maggio 1932, è stato tra i grandi innovatori dello spettacolo italiano con Renzo Arbore, autore e conduttore di storici successi radiofonici come Bandiera gialla e Alto gradimento, e poi autore e regista di Pronto Raffaella?, Domenica In, Non è la Rai, Carramba. Lo annunciano all'Ansa le figlie Claudia, Paola e Barbara: "Dopo una lunga vita fortunata, circondato dalla famiglia e dagli amici se n'è andato papà, uomo dai molti talenti e padre indimenticabile".
 
La decisione del comando statunitense è chiaramente rivolta al regime di Pyongyang che intende rafforzare il suo programma nucleare Stampa E-mail

Portaerei Usa si dirigono verso la Nord Corea

 

Una flotta di portaerei Usa si sta muovendo verso la penisola coreana, nel Pacifico occidentale. Lo hanno reso noto fonti del Pentagono, confermando le notizie diffuse dai media Usa nella serata di ieri. La decisione del comando statunitense è chiaramente rivolta al regime NordCoreano e mostra l’intenzione di Washington di mobilitarsi contro le ambizioni nucleari di Pyongyang.  

«Il comando del Pacifico degli stati Uniti ha ordinato al gruppo aeronavale di portaerei Carl Vinson di mobilitarsi come misura di prudenza per mantenere la sua disposizione e presenza nel Pacifico», ha spiegato un portavoce del Pentagono. «La principale minaccia nella regione continua a essere la Corea del Nord, a causa della suo irresponsabile e destabilizzante programma nucleare», ha aggiunto. 

Il gruppo di navi da guerra Carl Vinson, sotto il controllo della terza forza del Pacifico Orientale, ha sospeso una missione prevista in Australia e tornerà a dirigersi in acque vicine alla penisola coreana dove già era stata di stanza un mese fa per partecipare alle manovre militari annuali assieme alla marina della Corea del Sud.  

Stati Uniti e Giappone sono tornati a ribadire la loro cooperazione contro il programma missilistico e nucleare della Corea del Nord e lo hanno fatto con una telefonata, durata 45 minuti, tra il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Entrambi i leader hanno sottolineato l’importanza di uno stretto coordinamento, secondo fonti citate da media locali giapponesi. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha condannato con fermezza questa settimana l’ultimo lancio di un missile balistico da parte della Corea del Nord.  

Il regime nordcoreano, sentitosi direttamente minacciato dall’attacco Usa alla base aerea siriana di Sahyrat, non solo ha condannato l’azione americana ma ha sostenuto che questo «prova un milione di volte» come sia giustificato il rafforzamento e la prosecuzione del proprio programma nucleare per dotarsi di quegli ordigni atomici che terranno Pyongyang al riparo da eventuali azioni di Washington.

 

fonte lasampa.it

 

 
Intorno alle ore 15 l'automezzo si è schiantato contro un centro commerciale nel centro della capitale svedese. Reporter: "Ho visto cinque morti". Nei minuti successivi, la polizia ha detto di aver ricevuto chiamate dalla persona alla guida. Stampa E-mail

Stoccolma, camion rubato lanciato sulla folla. Polizia: almeno tre vittime, otto feriti. Premier: "Attentato". Polizia: "Terrorista in fuga"

 Smentito un arresto, diffuse foto di un uomo con cappuccio. Sigillato il Parlamento, chiusa la metropolitana, evacuata la stazione centrale 

 STOCCOLMA dopo Londra. Stoccolma come Berlino e Nizza. Intorno alle ore 15 un camion, che dalle prime informazioni risulta rubato, è stato lanciato contro i pedoni nel centro di Stoccolma, andando poi a schiantarsi contro un negozio di un centro commerciale all'incrocio con Drottninggatan, affollata strada pedonale della capitale svedese. Almeno tre le vittime confermate e otto i feriti, bilancio che la stessa polizia definisce provvisorio. Mentre un reporter della radio pubblica Ekot riferisce di aver visto almeno cinque persone morte.

Per il primo ministro svedese Stefan Lofven, "tutto indica che si è trattato di un attentato. La Svezia è stata attaccata con un terribile atto terroristico". Nina Odermalm Schei, portavoce del Sapo, l'intelligence svedese: "Ci sono morti e molti feriti. Il Sapo sta cercando l'autore, o gli autori dell'attentato". In un breve messaggio alla nazione, il re Carlo XVI Gustavo di Svezia fa sapere che la famiglia reale ha accolto con "sgomento" la notizia dell'attentato e invia le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

 
Nel mar del Giappone. Tokyo: 'Violata risoluzione Onu' Stampa E-mail

Corea del Nord lancia nuovo missile

 La Corea del Nord ha lanciato stamattina un nuovo missile balistico a medio raggio, nel Mar del Giappone.
Tokyo ha presentato protesta formale e parlato di palese violazione delle risoluzioni Onu.
L'ennesima provocazione di Pyongyang arriva a un giorno dall'incontro di domani negli Usa tra il presidente americano Trump e il suo omologo cinese Xi, che vedrà sul tavolo proprio la questione nordcoreana.

Fonte ansa.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 285

Notizie Flash

E siamo ai confetti. Non proprio all’altare di Monterosso, sebbene la speranza sia l’ultima a morire e palpiti sommessamente sotto l’ala protettrice dei riti alternativi.
Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information