Ulti Clocks content
Notizie
Si parte con i super sconti di Amazon e le offerte lampo valide solo per 24 ore. Giorno per giorno vi diciamo dove puntare Stampa E-mail

Black Friday 2018 su Amazon, le offerte tech del 19 novembre

 

Black Friday 2018 su Amazon, le offerte di oggi

Novembre è senza dubbio il mese degli sconti sulla tecnologia. A seguito dell’IVA Day, delle Black Hour di ePrice, del Single Day di Alibaba e del “Black fra-i-dei” di Monclick, Amazon ha tolto il velo al suo Black Friday, con ribassi che partono oggi 19 novembre sino al fatidico clou del 23 novembre e altri che valgono solo per 24 ore. Dopo l’occhio di riguardo dei giorni scorsi a televisori, smartphone economici, smartwatch, cuffie e casa intelligente, il gigante dell’e-commerce ha varato il suo piano per proporre centinaia di prodotti in promozione. Le offerte a tempo, giorno dopo giorno, sono un succoso antipasto di quello che succederà venerdì, in cui si concentreranno gli sforzi di riduzione dei prezzi online. Ma non è detto che quanto promosso quotidianamente godrà di un calo del costo anche il 23 dunque, se scovate qualcosa di interessante, meglio approfittarne subito piuttosto che ritrovarsi l’oggetto del desiderio a cifra piena. Per facilitarvi nella scelta, abbiamo selezionato l’hi-tech con gli sconti più rilevanti in varie categorie.

Black Friday 2018 su Amazon, Nest Termostato 3A generazione

La terza generazione del Nest Learning Thermostat (189,99 euro) migliora un prodotto che ha cambiato le abitudini di tanti italiani. Potendo controllare il riscaldamento e il consumo dallo smartphone, si riesce ad ottimizzare concretamente la diffusione di calore e, dunque, a risparmiare. Tramite i sensori incorporati e la posizione degli smartphone registrati, può capire quando non c'è nessuno in casa, per regolare o spegnere l’apparato. Tramite Heat Link, un piccolo dispositivo intelligente, il Nest si collega a sistemi di riscaldamento vecchi e moderni.

 

Black Friday 2018 su Amazon, Ezviz Mini Pano Telecamera di Sicurezza

Ezviz è un marchio specializzato nel monitoraggio video. Fa parte di Hikvision, il più grande produttore al mondo di sistemi di videosorveglianza, e con Mini Pano (94,99 euro) permette a chiunque di tenere d’occhio gli ambienti a cui si tiene maggiormente, sfruttando un sensore ottico “fisheye” panoramico, con vista estesa e, nel caso di altri accessori compatibili, divisa in più finestre. Grazie al led a infrarossi, la camera può vedere chiaramente fino a 10 metri, anche in mancanza di luminosità.

Black Friday 2018 su Amazon, Osram Smart+ Lampadina

Spesso si parla di smart home pensando a sistemi complessi, costosi e dall’utilizzo variegato. Eppure, per cominciare bastano poche decine di euro. Con una lampadina intelligente di Osram infatti (24,99 euro) si rende nativamente “smart” la luce di una stanza, potendo controllare intensità (dal freddo al caldo) direttamente dallo smartphone, oltre che accendere e spegnere l’illuminazione. La lampadina è dotata di tecnologia di controllo wireless ZigBee e si può gestire anche con Alexa, grazie agli “skill” per Amazon Echo (tutti i tipi) da scaricare gratis.

 

 

Black Friday 2018 su Amazon, D-Link DGS-1008P

DGS-1008P (53,49 euro) rappresenta un modo semplice ed economico per sfruttare velocità e larghezza di banda Gigabit Ethernet, con 8 porte dedicate e una configurazione facile degli ingressi. Scelta indicata sia per utenti casalinghi che uffici, la particolarità dello switch è il supporto al protocollo PoE, ovvero Power over Ethernet, con cui aggiungere senza particolari difficoltà telecamere, smart speaker e tanti altri accessori che popolano le nostre abitazioni. Inoltre, usa la tecnologia ecologica D-Link Green, che offre risparmio energetico, un minore assorbimento elettrico e una più lunga vita del prodotto.

 

Black Friday 2018 su Amazon, Maegoo X9 Gamepad

Il controller X9 (16,79 euro) è progettato per funzionare con PC, PlayStation, Xbox, Smart TV e, soprattutto, smartphone. Si, perché con la crescente qualità dei titoli mobili, poter contare su un gamepad vero e proprio rappresenta un vantaggio assoluto per approcciare meglio sfide e partite mozzafiato. Purtroppo non tutti i videogame sono compatibili ma già il fatto di poterlo sfruttare con gli emulatori da vecchie sale giochi vale l’acquisto. Si collega ai dispostivi in due modi: Bluetooth e Dongle USB 2.4G ed è dotato di batteria integrata da 400 mAh, ricaricabile.

 

Black Friday 2018 su Amazon, Yissvic Baby Monitor

Voglia di una bicicletta elettrica? Oggi forse è il giorno giusto visto che iBike ha applicato uno sconto rilevante al suo modello Fold Easy (299,90 euro). Questa bici ha un telaio in acciaio nero e ruote da 20”, motore posteriore da 200 watt e velocità massima di 21 km/h. L’autonomia è di circa 20 km con una ricarica di 6 ore. Il nome stesso ne caratterizza la possibilità di essere piegata, anche se il trasporto a mano non è proprio indicato, visto il peso di 22 kg, ma nel bagaglio entra senza problemi. Ha un cambio singolo e in città si muove alla perfezione.

 

 

Black Friday 2018 su Amazon, Nokia Body+

La bilancia può essere un oggetto non così amato ma, grazie alle innovazioni hi-tech, anche questo può diventare un valido compagno verso la via di una salute migliore. Più di uno strumento atto solo a rilevare il peso, Body+ (59 euro) si interfaccia con lo smartphone per recepire la registrazione di cibi e bevande consumate, così da indicare con precisione la composizione corporea e suggerire dove intervenire per rimettersi in forma. Analizzando le cause che fanno alzare o diminuire i valori, la bilancia Wi-Fi è un alleato perfetto per perdere peso in maniera intelligente e controllata (considerando che un percorso con specialisti è sempre preferibile).

 

 

fonte corriere.it

 
Senza intesa Pe salta, da status quo benefici solo per Facebook Stampa E-mail

Commissione Ue, riforma Copyright oggi o mai più

 

                                                                                                                       © Copyright ANSA

"E' ora o mai più" il momento della riforma Ue del copyright, perché "se il Parlamento europeo non riuscirà a concordare una posizione, la riforma non potrà essere conclusa entro l'anno prossimo" quando scadrà l'attuale legislatura europea. E' il monito lanciato dalla Commissione Ue alla vigilia del dibattito e del voto in plenaria a Strasburgo sul dossier. Se questa verrà respinta, infatti, dice all'ANSA una portavoce, verrà mantenuto lo status quo da cui "solo le grandi piattaforme" come Facebook "trarranno beneficio".

Le nuove regole sul copyright "sono necessarie per consentire ai creatori e alla stampa di ottenere accordi migliori quando i loro lavori sono resi disponibili online", sottolinea la portavoce al digitale dell'esecutivo comunitario. Se resterà quindi in vigore la direttiva del 2001 ormai superata dai tempi, continueranno a non potere approfittare del nuovo ecosistema online "né i creatori, né gli utenti, né le piattaforme europee" ma solo i giganti del web americani, da Google a YouTube e Facebook. Per questo "ci aspettiamo ora che l'Europarlamento raggiunga una posizione e cominci i negoziati su questa importante riforma" a differenza di quanto avvenuto a luglio, quando tutto è stato rinviato a settembre. Ora una bocciatura o un nuovo rinvio di fatto affosserebbero la riforma in quanto non ci sarebbero più i tempi tecnici per approvarla entro la fine del mandato di questo Parlamento europeo. Bruxelles aveva presentato il pacchetto già due anni fa, nel 2016. "La nostra proposta salvaguarda la libertà di espressione", ha quindi ribadito la Commissione, "non mette al bando né i meme né i link a differenza di quanto è stato sostenuto nel dibattito pubblico".


 
FONTE ANSA.IT
 
In Italia si ricorre all’ora legale dal 1916. Ma adesso la Commissione proporrà di abolirla. I vantaggi e gli svantaggi per economia e salute Stampa E-mail

Ora legale abolita: quali vantaggi ci sarebbero per economia e salute?

 

Perché il tema dell’ora legale è tornato d’attualità?

La discussione sull’ora legale di solito avviene due volte all’anno: quando entra in vigore e quando si torna all’ora solare. Per il 2018, il 25 marzo e il 28 ottobre. La Commissione Europea ha annunciato oggi l’intenzione di abolirla.In una consultazione pubblica lanciata in estate dall’esecutivo comunitario, i cui risultati verranno resi pubblici oggi, l’80% dei rispondenti si sarebbe espresso a favore di questa ipotesi. «Milioni di persone hanno risposto e credono che dovrebbe essere così», ha detto il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker in un’intervista alla televisione tedesca Zdf: «La gente vuole questo e lo faremo». La proposta potrebbe essere presentata già oggi.

Chi ha chiesto l’abolizione?

Alcuni deputati (la maggior parte di Nord, Centro ed Est Europa) avevano chiesto di «interrompere» la direttiva del 2000 che fissa l’ora legale. In pratica chiedevano di abolirla o di lasciare libero ogni Stato di decidere, sostenendo che «l’opinione pubblica è preoccupata per il cambiamento dell’orario due volte all’anno», e «numerosi studi non sono riusciti a giungere a conclusioni definitive, ma hanno segnalato l’esistenza di possibili effetti negativi sulla salute umana», spiega l’Europarlamento in una nota.

Che vantaggi ci sono per la salute?

«Gli effetti negativi per la salute dati dal doppio passaggio ora legale-ora solare esistono ma sono limitati nel tempo. È più una scelta economica che un problema di salute. Però non si tratta solo di sensazioni di stanchezza, irritabilità e sonnolenza», spiega Luigi Ferini-Strambi, professore ordinario di neurologia all’Università Vita-Salute di Milano e direttore del Centro di medicina del sonno dell’ospedale San Raffaele. «Dati scientifici dimostrano che il giorno seguente all’introduzione dell’ora legale in primavera si verifica un aumento dell’ormone cortisolo e della pressione del sangue e c’è un incremento degli accessi per infarto negli ospedali». «Gli effetti durano pochi giorni, da tre a cinque al massimo, poi ci si allinea al nuovo orario. I maggiori problemi li vediamo in bambini e anziani, ma il cambiamento dell’ora non viene vissuto da tutti nello stesso modo», aggiunge Ferini-Strambi. «Il vero guaio non è l’ora legale, ma il fatto che tutti dormiamo poco e male. Sarebbe meglio avere un’ora legale tutto l’anno che cambiare orario ogni sei mesi: più ore di luce fanno aumentare i livelli di serotonina che migliora umore e sonno».

Quali vantaggi ci sarebbero per l’economia?

«Grazie all’ora legale si può stimare un risparmio dello 0,2% all’anno del consumo elettrico. Sembra poco invece è un dato importante, pari in media a circa 100 milioni di euro all’anno risparmiati secondo i dati di Terna», chiarisce Simone Molteni, direttore scientifico di LifeGate, società rivolta allo sviluppo sostenibile. Ma «negli ultimi anni, come dimostrano i dati di Terna, la tendenza al risparmio di elettricità è in diminuzione perché oggi molti d’estate hanno i condizionatori d’aria che assorbono dosi elevate di energia. Per l’industria l’ora legale non comporta un risparmio significativo e nemmeno negli uffici, dove in molti casi la luce è sempre accesa e c’è l’aria condizionata».

L’ora legale fa bene all’ambiente?

Sì, secondo quanto spiega Molteni: «Nel 2017 con l’ora legale grazie ai minori consumi elettrici l’Italia ha evitato l’emissione di 320 mila tonnellate di CO2. Però si può ottenere di più, senza causare disagi alle persone, attraverso politiche più ambiziose e facili da mettere in atto. Per esempio favorendo l’efficienza delle apparecchiature elettriche e il risparmio energetico delle nostre abitazioni».

 
 
FONTE PAOLO VIRTUANI CORRIERE.IT
 
l social rimuove rimuove applicazione su sicurezza da App Store Stampa E-mail

Facebook-Apple, 'lite' sulla privacy

 Alta tensione fra Apple e Facebook sulla privacy. Il social media rimuove dall'App Store la sua applicazione per la sicurezza Onavo Protect perché in violazione delle nuove norme sulla tutela dei dati varate da Cupertino. La rimozione segna un nuovo capitolo della battaglia a distanza fra i due colossi della Silicon Valley sui dati, dopo le critiche neanche troppo velate di Tim Cook sul caso di Cambridge Analytica che ha travolto Facebook nei mesi scorsi.
    Secondo indiscrezioni, Cupertino ha avvertito nei giorni scorsi il social media sul fatto che Onavo contravveniva alle sue nuove norme, lasciando capire a Facebook che sarebbe stata opportuna una rimozione volontaria dell'app al fine di evitare che l'app fosse rimossa forzatamente. Da qui la decisione di Facebook di agire e togliere Onavo, scaricata dagli utenti per tutelare i propri dati online ma usata da Facebook anche per monitorare le app popolari.
    Ed è proprio su questo che si è consumato lo 'scontro' con Apple. "Con l'ultimo aggiornamento delle nostre linee guida - spiega Cupertino - abbiamo detto chiaramente che le app non devono raccogliere informazioni su quali app sono installate sui dispositivi dei clienti per motivi di pubblicità o marketing e che devono chiarire quali dati dei consumatori sono raccolti e come vengono usati". (ANSA).

 

FONTE ANSA.IT   

 
Lo riporta Android Police. Google Coach fornirà suggerimenti sugli esercizi da eseguire o sui cibi da acquistare e mangiare per un’alimentazione equilibrata Stampa E-mail

L’intelligenza artificiale di Google ci prescriverà diete e allenamenti

 

Un’intelligenza artificiale che suggerisce gli allenamenti da fare o i pasti da consumare per rimanere in forma. Secondo quanto riporta Android Police, Google sarebbe al lavoro su una tecnologia di questo tipo da lanciare nel settore del fitness e dei dispositivi per il benessere. 

A differenza delle piattaforme esistenti sul mercato, Google Coach non si limiterà a tracciare l’attività fisica, ma a fornire consigli personalizzati per esercizi o diete da seguire

Come spiega la stessa Android Police, se si salta un’ora di allenamento, Google Coach suggerirà altri giorni ed orari per recuperare il mancato appuntamento. Allo stesso tempo, se non si è ancora raggiunto uno degl obiettivi prefissati, l’intelligenza artificiale potrebbe indicare delle sessioni personalizzate per poterlo raggiungere. 

Allo stesso tempo, l’AI non sarà focalizzata solo sul fitness ma anche sui corretti stili di vita e su un’alimentazione equilibrata. Per farlo, utilizzera anche i dati derivanti dalla geolocalizzazione. Ad esempio, se ci si trova in un ristorante, Google Coach potrebbe indirizzare l’utente verso i piatti più sani del menù. Oppure se ci si geolocalizza all’interno di un supermercato, “l’allenatore intelligente” potrebbe inviare una lista dei pasti consigliati. 

Google Coach invierà i suggerimenti sotto forma di messaggi e notifiche, ma per evitare il sovraccarico di informazioni, potrebbe concentrare i consigli in pochi messaggi dedicati. La tecnologia sarà integrata all’interno di dispositivi indossabili, smart speaker e smartphone. 

Se le indiscrezioni saranno confermate e, soprattutto, se il progetto vedrà la luce, Google Coach potrebbe essere il prodotto più ambizioso del colosso di Mountain View, in questo settore. Google però, non è la sola a sviluppare un’intelligenza artificiale per l’allenamento e il benessere. Apple, ad esempio, ha integrato un’AI nei dispositivi indossabili e sullo smartphone. Tra le altre cose, se nel dispositivo sono presenti delle applicazioni per il fitness, Siri Suggestions da consigli personalizzati sugli esercizi da eseguire una volta che si arriva in palestra.

 

fonte marco tonelli lastampa.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 298

Notizie Flash

AIUTO

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information