Ulti Clocks content
Musica
Il 17 agosto da Chicago, indossando Samsung Gear VR Stampa E-mail
Martedì 15 Agosto 2017 08:42

Concerto Coldplay in realtà virtuale

 La realtà virtuale porta i fan dei Coldplay di tutto il mondo a non temere più i bagarini online. Per la tappa del 17 agosto, in diretta da Chicago, si potrà essere dentro il concerto della band capitanata da Chris Martin grazie ai Samsung Gear VR. Una esperienza immersiva, musicale e tecnologica, a 360 gradi e praticamente in prima fila. Sarà possibile per i fan di 51 Paesi, Italia compresa, basta avere a disposizione i visori di Samsung, un telefono compatibile e scaricare l'app apposita. Il livestream sarà disponibile per le 24 ore successive al concerto.

 Pioniera in questo campo è stata Bjork: la cantante islandese ha già sperimentato la realtà virtuale sia per i video musicali sia per le mostre e gli spettacoli dal vivo. E ci hanno creduto anche gli U2: insieme ad Apple la storica band irlandese ha realizzato il video del brano Song for Someone, utilizzando una tecnica di ripresa a 360 gradi.

La musica e il business del settore sta cambiando molto con la tecnologia, grazie ai software automatici 'chatbot che mettono in contatto automaticamente gli artisti e i fan. E pensare che in principio sono stati gli ologrammi, la riproduzione tridimensionale di una figura. Al festival di Coachella del 2012 i rapper e produttori Dr. Dre e Snoop Dog fecero rivivere virtualmente Tupac Shakur, il rapper californiano ucciso in un agguato nel 1996.

fonte ansa.it

 
casa discografica Decca Stampa E-mail
Giovedì 22 Giugno 2017 14:36
 
 
Si conclude il primo concorso per giovani pianisti intitolato ad Armando Renzi Stampa E-mail
Giovedì 01 Giugno 2017 09:30

Trevignano,Tommaso Marino vince il Concorso pianistico “Armando Renzi”

 

 Tommaso Marino di Roma è il vincitore del primo concorso Armando Renzi per giovani pianisti che si è tenuto sabato e domenica a Trevignano Romano, sul lago di Bracciano. Voluto, fortissimamente voluto, da Maria Carla Renzi, la figlia del compositore Armando Renzi, raffinato pianista, direttore d’orchestra, nonché direttore per un ventennio della prestigiosa Cappella Giulia in Vaticano, la quale ha avuto tra i suoi Maestri, personaggi del calibro di Pier Luigi da Palestrina e Domenico Scarlatti.

 

                                                                                                    il M° Armando Renzi

La “tre giorni” musicale di Trevignano, conclusasi domenica pomeriggio con l’esibizione dei dieci, emozionatissimi, concorrenti finali, si è svolta nell’auditorium della Banca di Credito Cooperativo, alla presenza del Sindaco Claudia Maciucchi e dei genitori dei giovani artisti, emozionati quanto i figli.

La giuria era composta dai Maestri Daniela Morelli, Monica de Matteis, Maurizio Furlani, Ivan Donchev e Daniele Riscica che hanno stilato la classifica finale dei concorrenti dopo due prove, svoltesi il sabato e la domenica.

La competizione era riservata agli alunni delle scuole medie a Indirizzo Musicale e, per la stessa fascia di età, alle scuole private di Musica nel territorio dell’Alto Lazio, comprendendo quindi le province di Viterbo, Rieti e tutta l’area di Roma Nord.

Tommaso Marino

Vincitore è risultato, come si è detto, Tommaso Marino, proveniente dalla scuola Manzoni di Roma, che ha eseguito la Fantasia in re minore K397 di Mozart. Nelle posizioni d’onore, due ragazze: Diletta Scorsino, dell’istituto Fratelli Agosti di Bagnoregio, con la Tarantella di Beaumont; Elena Grappone, dell’istituto Fratelli Bandiera di Roma, si è invece esibita nella Sonatina di Bartok. Cospicuo il premio per i primi tre classificati: un totale di duemila euro, suddivisi in denaro e bonus validi per fini musicali, quali iscrizioni a scuole musicali, acquisti o affitti di pianoforti, ecc. Inoltre tutti i finalisti hanno ricevuto diplomi di merito e medaglie.

Il concorso Armando Renzi si aggiunge a un altro gioiello musicale, costituito dagli ormai consolidati “Concerti d’Autunno”, grazie a sforzi congiunti di privati, come Maria Carla Renzi e i Maestri Angela Pardo e Francesco Consaga, vari sponsors, l’organizzazione di Antonio Mariotti dell’APT locale e l’Amministrazione Comunale nel suo complesso.

Raggiunti gli obiettivi primari della diffusione sul territorio della buona musica e di ricordare degnamente il nome di un Maestro come Armando Renzi che, come ricorda la figlia, “era anche un didatta generoso che ha molto seminato e che ha cercato, in ogni frangente, di aiutare i suoi allievi”, la testa degli organizzatori è già proiettata verso la prossima edizione del concorso.

Il progetto è di farlo crescere, estenderlo cioè, creando due sezioni, anche ad allievi nella fascia superiore di età.

Se poi resterà a livello regionale, o diventerà un concorso pianistico nazionale – come ha auspicato l’attuale giuria – dipenderà da diversi fattori organizzativi e dalla generosità degli sponsors.

Quello che è importante è che restino lo spirito e l’entusiasmo originali che stanno facendo di Trevignano un piccolo centro d’eccellenza per la musica classica.

 

fonte  ENZO MERLINA tusciatimes.eu

 
Rock allo stato puro, una copertina entrata nella storia, tredici canzoni perfette. Il primo giugno del 1967, mezzo secolo fa, usciva l’opera manifesto dei Beatles Stampa E-mail
Mercoledì 31 Maggio 2017 09:19

'Sgt. Pepper' compie 50 anni: dieci buone ragioni per riscoprire un album capolavoro

 Cari ragazzi che non ricordate o non sapete che cos’è Sgt. Pepper’s lonely hearts club band. Vorrei proporvi dieci buone ragioni per andare a scoprire questo prodigio del pensiero umano, dieci buone ragioni per non poterne più fare a meno…

Perché è uno dei dischi più belli che siano stati mai realizzati.

 Per il titolo, lunghissimo, ingombrante, oggi improponibile, quasi l’intero spazio di un tweet, nato dal sublime vezzo di una band che era già ai vertici della popolarità planetaria, che decise di smettere di fare concerti per dedicarsi interamente alla costruzione della musica, e che su suggerimento del roadie (che disse: “bene perché al posto della band non mandiamo in tour il disco?”) decise di sdoppiarsi, di nascondersi dietro una sigla immaginifica: la banda dei cuori solitari del sergente Pepper.

LA COPERTINA E LE CURIOSITA'

Perchè per la prima volta in un disco furono aboliti gli spazi tra un brano e l’altro (o meglio tra un track e l’altra) così che il tutto fosse percepito come un solo grande racconto musicale. In quel preciso momento ci si accorse che un disco poteva essere il supporto non solo di una manciata di canzoni, ma di una vera e propria opera musicale.     
 Perché è la testimonianza di un grande potere, della fiducia che un’intera generazione conferì alla musica come possibilità di ridisegnare il mondo.   

 
 


Perché quando uscì, il 1 giugno del 1967, per la prima volta milioni di ragazzi provarono la sensazione di essere parte di una comunità, simultaneamente, prima prova di globalizzazione che culminò il 25 dello stesso mese con i Beatles che, nel primo esperimento televisivo in Mondovisione, cantarono All you need is love per 400 milioni di spettatori. All you need is love è considerato l’epilogo di Sgt.Pepper, così come il singolo con Strawberry field forever e Penny Lane ne è considerato il prologo.     

Perché è l’apice di un periodo in cui un pugno di artisti (giovanissimi) comprese che più che occupare gli spazi della vecchia generazione, fosse più interessante e rivoluzionario crearne di nuovi. Sgt. Pepper inaugura un nuovo territorio della creatività, un orizzonte prima inesistente. Ed è un insegnamento di cui oggi c’è più che mai bisogno.

 

 

 Per le canzoni, contagiose, irresistibili (Sgt. Pepper prima e seconda parte) empatiche (With a little help from my friends), lussureggianti (Being for the benefit of Mr. Kite), sognanti (She’s leaving home), esotiche e alternative (Within you without you), psichedeliche (Lucy in the sky with diamonds), complesse e misteriose (A day in the life).    

Per la copertina, anche quella inedita, rivoluzionaria, colpo d’arte con una densità stratificata di significati, a partire dalle 62 facce che compongono il quadro dietro la doppia immagine della band (una nelle vesti di Sgt.Pepper, l’altra in quella vecchia immortalata dalle statue di cera) in una rincorsa di miti celebri, Karl Marx, Dylan, Lewis Carrol, Mae West, guru indiani, personaggi ambigui e inquietanti come Aleister Crowley, e perfetti sconosciuti come l’italiano Simon Rodia.    

Perché è un disco che ha realizzato un miracolo: essere di massa e d’avanguardia allo stesso tempo: ricerca e bellezza, audacia e capacità di comunicare, coraggio e visioni illimitate, nel segno della più potente frattura generazionale della storia moderna. Tutto quello che ruota intorno al disco è un invito a entrare in un mondo colorato e psichedelico, potente e fiabesco. Sgt. Pepper è la colonna sonora di una nuova estetica della musica popolare.   
 

 Per un pezzo che si intitola A day in the life, un giorno nella vita, che potrebbe essere uno qualsiasi dei giorni della nostra vita, ma anche il giorno che li riassume tutti, il finale, l’ultima traccia, una canzone capolavoro che non è nemmeno una canzone, piuttosto una suite in cui entrano il racconto folk, lo stupore, la musica contemporanea, il mistero poetico, l’assoluto e il quotidiano

 

Fonte  repubblica.it

 
aaa Stampa E-mail
Martedì 30 Maggio 2017 12:01

 {youtube}youtu.be/k6OSlNhoOmg{youtube}

 https://youtu.be/k6OSlNhoOmg

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 99

Notizie Flash

Ci sono passioni che uniscono le donne a tutte le latitudini: di certo quella per le scarpe si può dire quasi universale. Questa volta è la Nuova Zelanda a far parlare di sé per un modello davvero esclusivo. Si tratta di un paio di decolleté ricoperte di diamanti bianchi per un valore di circa 500mila dollari.


 

A realizzarle è stata la designer Kathryn Wilson in collaborazione con Sarah Hutchings, designer per Orsini Gioielli. Per realizzare le scarpe è stato necessario un lavoro certosino: prima la scelta delle pietre, poi la loro composizione sulle scarpe. Per decorarle è stato necessario usare una pinzetta e una colla speciale: un lavoro di precisione per un paio di scarpe da sogno.

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information