Ulti Clocks content
Quotazioni Titoli in tempo reale
Tensione alle stelle in vista dell'ultimatum di Ferragosto. Oro e yen in ascesa, volatilità in crescita e mercati in rosso Stampa E-mail
Scritto da Umberto Renda   
Venerdì 11 Agosto 2017 13:36

La Corea del Nord minaccia gli USA e manda in orbita beni rifugio e volatilità

 

E' un tipico scenario caratterizzato da incertezza quello che si scorge in questi giorni guardando i mercati mondiali, peraltro acuito dalle tensioni geopolitiche e da una "necessaria" correzione, motivata dai nuovi records toccati da Wall Street.

Sta di fatto che "la volatilità" è volata alle stelle, superando la soglia critica del 30%, ed i beni rifugio hanno ritrovato appeal, soprattutto lo yen e l'oro.

Tutto è stato motivato dalle minacce lanciate dalla Corea del Nord, che ha dato una sorta di 'ultimatum' agli Stati Uniti per Ferragosto, quando potrebbe scattare un "attacco" alla base americana di Guam.

Nonostante il segretario alla Difesa statunitense, John Marris, abbia tentato ripetutamente di abbassare i toni, cercando una soluzione diplomatica, Pyongyang non sembra raccogliere l'invito al colloquio e torna ad attaccare Washington. L'agenzia media ufficiale nordcoreana Kcna ha affermato che il regime Kim Jong-un "cancellerà dalla faccia della terra senza alcuna pietà i provocatori" e che "gli USA soffriranno una vergognosa sconfitta e un destino tragico e definitivo se persisteranno nelle loro avventure militari, sanzioni e pressioni".

Insomma, i toni sono tutt'altro che ammorbiditi e questo sta prontamente condizionando i mercati azionari globali, che si sono fatti trovare pronti ad una correzione per effetto dei nuovi record raggiunti di recente. Un termometro è rappresentato dalla volatilità in persistente crescita: l'indice VIX della "paura", elaborato giornalmente dal Chicago Board Options Exchange sulla base delle oscillazioni del mercato obbligazionario USA, è salito del 39% a quota 15,49 punti.



Nello stesso tempo sale il valore dei cosiddetti "safe heaven" (beni rifugio) come l'Oro, che oggi avanza dello 0,13% a 1.287,8 dollari l'oncia, ben lontano dai minimi toccati a luglio dopo la riunione della Fed. Sul mercato del Forex cresce anche il valore dello Yen e del Franco svizzero, due tipici "porti sicuri" in fasi di grande incertezza.

fonte teleborsa.it

 
Guibitosi in Senato riferisce su stato liquidità: "Alitalia ha in cassa oltre 600 milioni di euro" Stampa E-mail
Scritto da Umberto Renda   
Mercoledì 14 Giugno 2017 19:01

Alitalia, EasyJet scopre le carte

 

 Nuovi dettagli sulla lista degli interessati per Alitalia. Ora esce allo scoperto anche EasyJet, che conferma un generico interessamento per la compagnia italiana in vendita. Lo ha confermato la CEO della compagnia low-cost britannica, Carolyn McCall, nel corso di un evento a Tolosa.

La manager non ha detto se l'interesse sia per una parte o per tutta Alitalia, ma come altri vettori europei EasyJet avrà senz'altro puntato gli occhi su qualche asset specifico.

Intanto, oggi hanno riferito al Senato i tre commissari della compagnia, sullo stato della liquidità e sullo stato di avanzamento dell'iter di vendita.

"Alitalia ha in cassa oltre 600 milioni di liquidità, ovvero sostanzialmente l'importo del prestito ponte. E' quanto dichiarato da uno dei tre cmmissario straordinari della compagnia aerea, Luigi Gubitosi, durante un'audizione al Senato. "Abbiamo oltre 600 milioni di liquidità. Per la precisione 617,9 milioni di euro che sono la somma di 257,9 milioni presenti in cassa, più 360 milioni di euro che devono ancora essere erogati dei 600 milioni derivanti dal prestito ponte.

Gubitosi ha spiegato come in questa fase, i commissari siano concentrati sull'incremento dei ricavi, vista la grave condizione in cui versa la compagnia commissariata e per la quale sono giunte 32 manifestazioni d'interesse per l'acquisizione.

A questo proposito il commissario Enrico Laghi, nella stessa audizione ha dichiarato: "contiamo di aprire la data room entro la fine della prossima settimana. Intorno a metà luglio - ha aggiunto - tireremo le prime somme e contiamo di avere manifestazioni d'interesse significative nel corso dell'autunno".

Entro luglio sarà anche pronto il nuovo piano. E' la scadenza confermata dall'altro commissario straordinario di Alitalia, Stefano Paleari, che davanti la platea di Palazzo Madama ha assicurato che il piano punta a "un forte recupero del posizionamento della compagnia sul mercato" potenziando, in particolare, "l'offerta sul lungo raggio".

Che la situazione della compagnia aerea sia non facile lo ha affermato anche Gubitosi quando al termine dell'audizione ha detto: "non vogliamo dare l'impressione che la cosa sia semplice. Non è impossibile ma è estremamente difficile. Quando siamo arrivati l'aereo era in picchiata ma ora vediamo un recupero delle prenotazioni". Inoltre -ha aggiunto-"il nuovo piano è importante ma bisogna anche cambiare la cultura interna perché, senza questo i piani spesso non funzionano".

Gubitosi ha anche prospettato la possibilità di reinternalizzare alcune attività. "Non è impossibile. Non parliamo di grandi numeri, non creiamo aspettative".

 

fonte teleborsa.it

 
Il punto di metà giornata sull'andamento delle borse e le attese dei mercati a cura dell'Ufficio Studi di Teleborsa Stampa E-mail
Scritto da Umberto Renda   
Lunedì 29 Maggio 2017 15:34

 

Piazza Affari scende con decisione, mentre le principali Borse europee restano invariate. Londra è chiusa per il Bank Holiday.

 Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, si muove in territorio positivo Saipem, mostrando un incremento dello 0,91%. Le peggiori performance, invece, si registrano su Banco BPM.

L'oro continua la seduta sui livelli precedenti, riportando una variazione pari a -0,03%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti, cresce la massa monetaria M1 in Europa, che include banconote e depositi a breve, mentre accelerano i consumi in Spagna ad aprile. Domani pomeriggio sono attesi la fiducia dei consumatori e l'indice sui prezzi del mercato immobiliare residenziale dagli USA.

Chiusa oggi Wall Street per il Memorial Day. Tuttavia, i principali future sul mercato americano scambiano sulla parità, con il derivato sui titoli tecnologici USA che si muove in area 5.799,50 punti.

 

 
AAA Stampa E-mail
Scritto da Umberto Renda   
Giovedì 06 Aprile 2017 13:35

 

 {YOUTUBE}3tHhxn4SNJ8{YOUTUBE}

 

 
Il petrolio continua gli scambi, con un aumento dello 0,90%, a 51,49 dollari per barile. Stampa E-mail
Scritto da Umberto Renda   
Mercoledì 05 Aprile 2017 13:35

1 minuto in Borsa 5 aprile 2017

 

 Giornata all'insegna della cautela per i listini azionari europei. Positiva invece la performance di Milano e Madrid.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Azimut, che mostra un forte aumento del 3,06%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Yoox.

Giornata all'insegna della cautela per i listini azionari europei. Positiva invece la performance di Milano e Madrid.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in primo piano Azimut, che mostra un forte aumento del 3,06%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Yoox.

Il petrolio continua gli scambi, con un aumento dello 0,90%, a 51,49 dollari per barile.

Tra i dati macroeconomici più importanti, confermato in crescita l’indice della produzione composita nell’Eurozona, nonostante l’impasse del terziario, mentre migliora la produttività del lavoro nel Regno Unito. Nel pomeriggio sono attese le scorte di petrolio e il dato sugli occupati nel settore privato dagli USA.

Attesa una partenza debole per Wall Street. In particolare, il future sull'S&P-500 si muove sotto la parità, in sintonia con il derivato sui titoli tecnologici USA che scambia a 5.441 punti.

Tra i dati macroeconomici più importanti, confermato in crescita l’indice della produzione composita nell’Eurozona, nonostante l’impasse del terziario, mentre migliora la produttività del lavoro nel Regno Unito. Nel pomeriggio sono attese le scorte di petrolio e il dato sugli occupati nel settore privato dagli USA.

Attesa una partenza debole per Wall Street. In particolare, il future sull'S&P-500 si muove sotto la parità, in sintonia con il derivato sui titoli tecnologici USA che scambia a 5.441 punti.

fonte teleborsa.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 98

Notizie Flash

Il più caro al mondo, costa 40mila euro.Ha una forma inequivocabile ma è realizzato in oro 18 carati e tempestato di diamanti, ben 117.

Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information