Ulti Clocks content
Eventi e Cultura
Una squadra di esperti e critici cinematografici crea le tag per poter catalogare film come Le Iene e XXX o serie tv come Master of None e Easy, così è più facile trovare il titolo che cerchiamo. E poi c’è il suono Stampa E-mail
Domenica 10 Dicembre 2017 11:28

La ricetta di Netflix per tenere gli utenti incollati alla TV

 

«Abbiamo una squadra di esperti che passano il loro tempo a vedere i film e le serie tv che offriamo», dice il manager di Netflix Mike Hastings. Si tratta di un team (americano) di appassionati e studenti di cinema che crea le tag per poter associare insieme film come Le Iene e XXX o serie tv come Master of None e Easy. «Così, se cercate contenuti scrivendo ad esempio “film francesi con una storia d’amore”, li troverete. In totale abbiamo centinaia di generi diversi e cerchiamo continuamente di aggiungerne di altri», continua Hastings. Insomma, non è solo una questione di tecnologia ma della capacità tutta umana di analizzare un’opera cinematografica in modo da creare generi del tutto nuovi. 

Allo stesso tempo però, è chiaro che un servizio con 190 milioni di utenti in tutto il mondo non può affidare a una sola squadra la classificazione di un catalogo sempre più complesso, composto da centinaia di contenuti diversi. Per questo motivo, a Los Gatos stanno pensando alla possibilità di creare generi e tag personalizzate anche per altre nazioni, come ad esempio l’Italia. «Perchè gli utenti di un Paese preferiscono vedere il film di un genere piuttosto che un altro», spiega il manager.

La Stampa ha avuto l’occasione di parlare con Hastings (e altri dirigenti dell’azienda) durante un evento organizzato a Berlino. Una giornata dedicata alle potenzialità delle smart tv, ma anche allo sviluppo tecnologico dei prodotti offerti. In particolare, Netflix si sta focalizzando, tra le altre cose, anche sui contenuti per bambini. serie animate in cui i più piccoli possono scegliere diverse versioni della storia. 

UN SUONO MIGLIORE GRAZIE AI DATI  

In tutto questo, sono gli algoritmi ad avere un ruolo fondamentale, anche per quanto riguarda la capacità di fornire il suono migliore nei diversi dispositivi con cui si usa Netflix: dallo smartphone alle console. «Per avere una buona resa sonora ci serviamo di tutta una serie di informazioni sul comportamento dell’utente: se alza il volume, se utilizza le cuffie e quale tipo di dispositivo utilizza di più», dice Javier Fancillas, manager dei Dolby Laboratories. Infatti, la compagnia americana è uno dei partner del colosso dello streaming per quanto riguarda le tecnologie video e audio. Infatti, serie tv come The Punisher o anime come Blame! supportano Dolby Atmos, che permette un suono a tre dimensioni. Il sistema è stato disegnato anche per la resa sonora delle televisioni connesse a internet. E per questo motivo la partnership assume un ruolo fondamentale, soprattutto in Europa, dove il 60% degli utenti utilizza Netflix su una smart tv. 

IN ITALIA CRESCE LA TV, MA RIMANE UN PAESE DI SPETTATORI DA MOBILE  

Allo stesso tempo, l’Italia non è da meno: dopo i primi sei mesi di abbonamento, il 53% degli utenti, che inizialmente si iscrivono da mobile e da laptop, fruiscono di una di serie tv attraverso lo schermo di una smart tv. Ma siamo comunque un paese in cui i dispositivi mobili la fanno da padrone. «Per questo motivo, puntiamo molto sugli smartphone e sui tablet - spiega Maria Ferreras, vice presidente del settore sviluppo per il Medio Oriente e l’Europa - l’Italia è un Paese su cui stiamo investendo molto, ma allo stesso tempo ci rendiamo conto delle difficoltà: non tutte le zone sono coperte da una connessione internet di buona qualità. Non a caso abbiamo pubblicizzato con decisione, la possibilità di vedere una puntata o un film in offline». 

LEGGI ANCHE - I trucchi da conoscere per usare al meglio Netflix  

 

FONTE MARCO TONELLI LASTAMPA.IT

 
Passi di danza e bellezza per parlare di solidarietà. Stampa E-mail
Mercoledì 29 Novembre 2017 15:25

 Michele Spanò in passerella all'insegna del fashion e della solidarietà

 

Il Maestro Michele Spanò in creazione

In un hotel deluxe all’Aurelio, nell'ambito di una kermesse dedicate alle novità in tema di coiffeur, si parla della lotta alla violenza di genere con la presidente di Aide Lazio (Associazione indipendente donne europee) Anna Silvia Angelini, introdotta sul palco da Giovanni Conversano, ex volto di "Uomini e Donne".

“Oggi dedichiamo questa giornata fashion alle vittime di violenza”, dice la Angelini.

In sala si riconosce l’attrice Antonella Salvucci, che presto partirà per Los Angeles per spiccare il volo anche a Hollywood.

Ma il clou della manifestazione è l'esibizione dell'hair-stylist di fama internazionale Michele Spanò, che assieme al suo staff mette in scena uno spettacolo di stile sulle sue novità in tema di tinture per capelli, presentando lo scratch.

Con lui i dancers Simone Ripa e Martina Palladini che si esibiscono in un interessante passo a due.

Poi Spanò sfila in passerella sulle note de Il Volo con una modella dalle nuance viola.

Ed è subito grande applauso. 

 

fonte LUCILLA QUAGLIA

 
Tiffany Just Opened Its First Café — So, You Can Now Officially Eat Breakfast At Tiffany's Stampa E-mail
Domenica 12 Novembre 2017 11:45

Colazione da Tiffany? Adesso si può fare davvero (al Blue Box Café di New York)

 Nella prima scena di del film «Colazione da Tiffany» Audrey Hepburn, alias Holly Golightly, è davanti alla vetrina della celebre gioielleria al 727 della Fifth Avenue a New York in tubino nero Givenchy, collana di perle, guanti neri e occhialoni, con una tazza di caffè in una mano e un croissant nell'altra. Un'immagine cult che da venerdì 10 novembre è (finalmente) diventata realtà, perché Tiffany ha appena inaugurato a New York il primo Blue Box Café, dove sarà possibile non solo fare colazione, ma anche pranzare o prendere il thè.

 Chiaramente ispirato all'iconico colore della maison (e delle sue scatoline che da sempre fanno sognare le donne), il locale è un trionfo di "Tiffany Blue" a partire dai muri (con vetrate che si aprono su Central Park) fino ai divanetti in pelle, alle sedie e alle decorazioni per la tavola, coi piatti bicolori (bianco e celeste) e così pure i contenitori di sale e pepe (uno bianco e l'altro celeste).

 In sintonia con il brand, il Blue Box Café ha un'ambientazione minimal ma elegante. «Il nuovo spazio non dà solo la sensazione di essere all'interno di una scatolina blu, ma anche di essere completamente circondati dall'atmosfera di Tiffany», ha spiegato Richard Moore, vice presidente del reparto creativo.

 Come spiegato nella cartella stampa, al Blue Box Café vengono utilizzati solo ingredienti di provenienza regionale e le proposte cambiano stagionalmente. Fare colazione da Tiffany costa, come si legge anche nel menu pubblicato da Eater,il breakfast costa 29 dollari (circa 25 euro), il pranzo 39 dollari (circa 34 euro) e il tè del pomeriggio 49 dollari (circa 42 euro).

 Leggendo il menu, il tocco unico di Tiffany si nota in piatti quali ad esempio la “Fifth Avenue Salad” (fatta con un mix di aragosta ed avocado) o il C.L.T. sandwich, le cui iniziali indicano sia Charles Lewis Tiffany che gli ingredienti (in inglese) del panino (ovvero, chicken, lettuce and tomato). E in occasione di compleanni o eventi speciali è anche possibile ordinare il Blue Box Celebration Cake da 36 dollari (31 euro), decorato come la classica scatolina, con tanto di glassa blu e fiocco bianco.

 

 Per volere di Reed Krakoff, direttore artistico di Tiffany dallo scorso gennaio, il Blue Box Café occupa il quarto piano dell'edificio sulla Quinta Strada, proprio accanto al nuovo spazio Home and Accessories e gli orari di apertura sono gli stessi del negozio: dalle 10 alle 19 dal lunedì al sabato e dalle 12 alle 18 la domenica.

 

FONTE SIMONA MARCHETTI CORRIERE.IT

 
Il ballerino, pluricampione italiano e vice campione del mondo, ha organizzato un party esclusivo al Billions di Roma. Stampa E-mail
Lunedì 23 Ottobre 2017 09:10

 

Vip e candeline

 

Nella cornice del Billions va in scena il compleanno del famoso ballerino Simone Ripa, pluricampione italiano e vice campione del mondo. “Dance is the life” è il tema della serata che include uno spettacolare show dedicato al ballo e alla moda con la direzione artistica di Michele Spanò. Arrivano Martina Stella, la vincitrice di “Ballando con le stelle” 2017 Veera Kinnunen, Milena Miconi, Matilde Brandi, Carolina Marconi, Loredana Cannata, Paola Zanoni e gli attori Saverio Deodato Dionisio e Pino Quartullo. E da “Ballando con le stelle” ancora la ballerina Giada Giacomoni e la vice campionessa dell’edizione 2017 Anastasia Kuzmina. Applausi per le piroette di Ripa con Kuzmina e Kinnunen e per le creazioni live dell’hair-stylist internazionale Spanò, che propone acconciature con grandi rose applicate colorate al momento. Poi grande bacio tra Ripa e il suo compagno, mentre si giurano eterno amore. Il festeggiato ha annunciato a conclusione il suo prossimo talent dal titolo "Fuego". 


 
Successo di pubblico per la seconda edizione del contest di hair-stylist a “Lungo Il Tevere Roma” Stampa E-mail
Venerdì 28 Luglio 2017 09:01

Roma, Lo stile di Michele Spanò sbarca sul Tevere

 

Oltre duecento persone hanno gremito la platea del palco centrale della manifestazione “Lungo il Tevere Roma”, che da quindici anni anima la banchina del Tevere, grazie all’estro dell’hair-stylist internazionale Michele Spanò che è approdato per la seconda volta sulle sponde del biondo fiume con una squadra di giovani parrucchieri.

Dopo un backstage di ore, in cui i suoi più stretti collaboratori hanno preparato trucco e parrucco delle modelle, ha preso il via la seconda edizione del contest di hair-stylist presentata da Paola Zanoni.

A giudicare l’acconciatura più bella la giuria formata da Camilla Nata, presidente, Lucilla Quaglia, Nunzia De Stefano Garrone, le attrici Michelle Morell, Ida Sansone e Erika Kamese e Claudia Mammalella (giornalista e blogger)

Fra una esibizione e l’altra vanno in scena le sfilate di moda di Diana Dieppa, conosciuta anche da Caroline di Monaco, che ha fatto indossare alle proprie modelle i gioielli di Raffaella Baldassarre, e quella di Ilian Rachov: artista, pittore e designer che ha creato per Gianni Versace sei intere collezioni con disegni barocchi.

“Con questa manifestazione – spiega Spanò, conosciuto a Roma come a Miami – intendo esaltare la creatività di tanti giovani parrucchieri per dare loro, tramite un gioco, la possibilità di esprimersi e realizzare un piccolo sogno sul palcoscenico: e quale scenario migliore se non quello di Lungo il Tevere Roma?”

Tra il pubblico ecco Vincenza Palmieri, presidente Impef, il ballerino Simone Ripa, il make up artist Paolo Luciani, Roberta Nardi (giornalista e blogger),Guglielmo Giovanelli Marconi, Giuseppe Ferrajoli, Demetra Hampton, Saverio Deodato, Adriana Russo. Gran finale con Spanò che sale sul palco con una modella coperta da una maschera che alla fine scopre un’originale acconciatura di Swarovski.

 

Lucilla Quaglia
Ufficio Stampa “Lungo il Tevere Roma” 3387679338

Un grazie a Gianat cosmetici

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 163

Notizie Flash

Asino volante.

 

Leggi tutto...

Meteo Roma

Joomla Templates by Joomlashack

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information